Ultimo aggiornamento  21 marzo 2023 02:06

Elon Musk in soccorso di Rivian.

Redazione ·

Solitamente con i rivali Elon Musk non ci va leggero, anzi. Ma recentemente il ceo di Tesla ha preso le difese - su Twitter ovviamente - di una delle società indicate come sua concorrente diretta, Rivian.

Pochi giorni fa la start up ha annunciato di aver ridotto del 50% le previsioni di produzione per il 2022, passando da 50mila e 25mila esemplari, soprattutto a causa delle difficoltà di approvvigionamento. Questo ha scatenato un dibattito online tra  appassionati di elettriche e in molti hanno voluto paragonare le difficoltà di Rivian con i successi di Tesla. Ma Musk non ci sta ed è intervenuto direttamente: “I prototipi - ha scritto sul social - sono facili, la produzione è difficile. Fare un'auto elettrica non era la parte complicata neanche per Tesla, decine di aziende lo hanno fatto. Ma raggiungere grandi volumi di produzione con un flusso di cassa positivo non è la stessa cosa. L’ha fatto  Chrysler 100 anni fa”. Non solo, il ceo ha anche ricordato che Ford e Tesla sono le uniche aziende automobilistiche americane ad avere evitato la bancarotta. Anche Gm e la stessa Chrysler sono fallite nel 2009”.

Storie tese

Rivian è stata fondata nel 2009 ed è diventata pubblica nel 2021 - dieci anni dopo Tesla, in borsa dal 2011 - ma ha recentemente ammesso di avere grossi problemi nella produzione di massa: "I più grandi vincoli che ora affrontiamo sono quelli della catena di approvvigionamento. Per alcune componenti i fornitori non stanno crescendo allo stesso ritmo delle nostre linee di produzione”, ha detto il ceo RJ Scaringe durante il meeting con gli investitori per presentare i conti del quarto trimestre 2021. "Lavoriamo duramente per  affrontare qualsiasi sfida nella catena di approvvigionamento che, crediamo, sarà il fattore limitante per la produzione nel corso del 2022” ha confermato il direttore finanziario Claire McDonough.

Rivian, che ha in gamma tre veicoli a batteria - il pick-up R1T, il suv R1S e il furgone commerciale RCV - ha una fabbrica a Normal, Illinois, e inizierà presto a costruire il suo secondo sito produttivo a est di Atlanta.

Le difficoltà che sta attraversando - così come Lucid, altro “rivale” di Tesla - sembrano evocare per Musk ricordi dolorosi. Infatti, quando un web surfer gli ha fatto notare che anche la sua azienda è stata sull'orlo del fallimento nel 2018, non si è tirato indietro. "Vero. È stato un mega dolore", ha risposto il ceo che già nel novembre 2020 aveva twittato che la sua azienda era stata a circa un mese dal fallimento  durante la messa in produzione  in massa della berlina elettrica Model 3. “Siamo stati a non più di 30 giorni dal crac. Tra metà 2017 e metà 2019  produzione e logistica sono state infernali”.

Tag

Elon Musk  · Rivian  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Dopo Tesla, anche per un altro costruttore di auto a batteria si annunciano tagli al personale. Circa il 5% dei 10mila dipendenti perderebbe il posto

· di Redazione

Come si vociferava da giorni, il costruttore di Dearborn ha ceduto una fetta del suo pacchetto azionario della start up di elettriche per circa 214 milioni di dollari

· di Redazione

Il costruttore di elettriche anticipa i tempi di consegna di alcune versioni del pick up R1T e del suv R1S e sfida perfino il deserto

· di Redazione

Il costruttore di elettriche vorrebbe realizzare uno stabilimento in Georgia ma i “vicini” temono per l’ambiente circostante, in particolare per l'acqua