Ultimo aggiornamento  26 novembre 2022 21:15

Jaguar, batterie esauste per la Formula E.

Colin Frisell ·

LONDRA - Jaguar Land Rover porta il riciclo delle batterie in formula E. Il costruttore inglese ha infatti annunciato un accordo con Pramac - società italiana specializzata nel settore energetico con sede in provincia di Siena - per lo sviluppo di un'unità portatile di immagazzinamento di elettricità a zero emissioni che utilizza batterie di seconda vita delle Jaguar I-Pace. Il nuovo sistema servirà ad alimentare il centro dati a bordo pista del team di Formula E dell'azienda e fornire energia ausiliaria al garage dei box.

La tecnologia di Pramac - chiamata Off Grid Battery Energy Storage System (ESS) e dotata di celle agli ioni di litio delle batterie Jaguar I-Pace, prese da prototipi e veicoli di prova di ingegneria - fornisce energia a zero emissioni dove l'accesso alla rete elettrica è limitato o non disponibile. Il sistema ha una capacità fino a 125kilowattora. La società italiana riutilizza direttamente fino all'85% di ogni batteria del veicolo fornita ddal costruttore, compresi moduli e cablaggi, mentre i materiali rimanenti vengono riciclati di nuovo nella catena di fornitura.

Energia sempre pulita

Caricata da pannelli solari, ogni unità è autonoma e consiste in un sistema di batterie collegato a un convertitore bidirezionale e ai relativi sistemi di gestione del controllo. Inoltre gli apparati sono anche dotati di connessioni di ricarica per veicoli elettrici  di tipo 2 con controllo dinamico, con una potenza fino a 22kilowatt.

Durante i test pre-stagionali di Formula E nel Regno Unito e in Spagna, le unità sono state utilizzate per alimentare l'infrastruttura a bordo pista del team. François Dossa, direttore esecutivo per la strategia e la sostenibilità del costruttore  ha detto: "La transizione verso un futuro elettrico - con Jaguar che diventerà completamente elettrica dal 2025 e il primo modello Land Rover 100% a batteria previsto nel 2024 - è parte integrante della nostra strategia di sostenibilità attraverso lo sviluppo di un ecosistema “EV” completo dalle batterie alla ricarica. Questo include il nostro sforzo per consentire innovazioni tecniche e commerciali per il riutilizzo delle batterie per applicazioni di seconda vita. La collaborazione con Pramac mostra come sia possibile fornire energia a zero emissioni combinando energie rinnovabili e batterie di seconda vita. Nei test a Valencia, il team Jaguar TCS Racing ha dimostrato come possiamo ispirare l'intero ecosistema per continuare a esplorare le sinergie e convalidare soluzioni praticabili per l'energia pulita."

Tag

Formula E  · Jaguar Land Rover  · Pramac  · 

Ti potrebbe interessare