Ultimo aggiornamento  03 febbraio 2023 23:38

Honda 125 ST Dax, "bassotta" da strada.

Antonio Vitillo ·

Correva l’anno 1969 quando Honda lanciò sul mercato la Dax, una piccola motocicletta spinta da un motore monocilindrico orizzontale, a ciclo quattro tempi e cambio a tre marce. Al debutto le cilindrate proposte furono di 50 e 70 centimetri cubici. Richiesto dal mercato statunitense, grazie alla possibilità di trasportare il passeggero, al peso ridotto e alla compattezza delle dimensioni che consentiva di riporla nel bagagliaio di un’auto, fu tra i modelli più venduti della storia. Oggi la ST125 Dax ritorna sul mercato europeo, affiancandosi ai modelli Monkey e MSX125 Grom nell’esclusiva gamma delle mini-bike.

Bassa e lunga

Riconoscibile per essere caratterizzata dal telaio a “T” in acciaio stampato, la sua forma ricorda quelle di un cane bassotto tedesco, dalle zampe corte e il corpo allungato; il nome Dax si ispira proprio a “Dachshund”, termine con cui viene riconosciuta la razza.

Il motore della nuova versione è stato ripreso da quello del Super Cub C125, la cilindrata è di 124 centimetri cubici, per una potenza massima di 9,4 cavalli, che gli consente agevolmente di tenere una velocità di crociera di 90 chilometri orari, anche in due. Come in origine raffreddato ad aria, grazie all’adozione di tecnologie e materiali interni a basso attrito, il consumo dichiarato è di 63,7 chilometri con un litro (ciclo Wmtc): il pieno di 3,8 litri,che è contenuto nel singolare telaio, porta la Dax a percorrere circa 240 litri prima di avere bisogo di un rifornimento.

Tutta particolare

Se il cambio a quattro rapporti ha la prima particolarità nell’avere la “folle” in basso, la seconda è che sia gestito da una frizione centrifuga automatica che elimina la leva al manubrio: anche se si fosse a veicolo fermo, basta inserire o togliere le marce con la leva a pedale e calibrare la manopola del gas.

Le sospensioni propongono la configurazione degli anni ’70, due ammortizzatori posteriori e la forcella telescopica, anche se quella attuale ha gli steli rovesciati di diametro 31 millimetri. I cerchi ruota sono di diametro 12 pollici, le coperture a larga sezione assicurano stabilità anche sulle asperità. Dietro c’è il maniglione per il passeggero, le luci sono full-Led, il piccolo display Lcd è retroilluminato.

Non sono ancora noti la data di commercializzazione, che potrebbe essere entro il 2022, ne’ i prezzi della ST125 DAX, ma sicuramente sarà disponibile in due colorazioni corredate dell’ala Honda e del logo personalizzato dell’immagine stilizzata di un bassotto.

Tag

Dachsund  · Honda Dax  · Motocicletta  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

La futura "naked" della casa giapponese nasce dalla matita del piemontese Giovanni Dovis, già autore del nuovo scooter “crossover” ADV350

· di Antonio Vitillo

Presentata a Osaka la nuova proposta a due ruote del marchio giapponese, destinata in particolare al mercato interno