Ultimo aggiornamento  29 novembre 2022 09:57

Royal Enfield Classic 350, macchina del tempo.

Antonio Vitillo ·

La Royal Enfield Classic 350 non solo evoca la prima versione della Bullet, cioè quella “G2” a cavallo degli anni ’60, ma riesce soprattutto a riportare concretamente indietro nel tempo chiunque si metta alla guida. Tornando esattamente a quando le moto erano essenzialmente un telaio doppia culla, la forcella e due ammortizzatori a molla, le ruote avevano i raggi, caratteristiche che la Classic 350 ha mantenuto inalterate, come il motore monocilindrico prevalentemente raffreddato ad aria, che è di 349 centimetri cubici, e il cambio aveva cinque rapporti.

La bellezza dell’avantreno non ha nulla da invidiare a quello di moto “heritage” di “più elevato rango”: gli steli telescopici di diametro 41 millimetri sono foderati, il faro tondo adotta una nostalgica palpebra, sopra la strumentazione è fedelmente analogica, in più c’è solo un piccolo pannello Lcd con qualche informazione di servizio. La sella sdoppiata è distante 805 millimetri da terra, ovvero, poggiare i piedi è cosa agevole un po’ per tutti: ben conformata, alla lunga, risulta comoda, il passeggero ne ha a disposizione una buona porzione tutta per se.

Potenza sicura

I 20 cavalli di potenza massima sono quanto di meglio serva per stare dentro i limiti di sicurezza, ciò significa che la Classic 350 non stressa, riportando all’originale desiderio di passeggiare in moto prendendosi il lusso di osservare i panorami attraversati. Nonostante raggiunga difficilmente la velocità da limite autostradale, la Classic 350 dispone di una generosa coppia di dischi comandati da un efficace impianto idraulico, le pinze sono a marchio Bybre: c’è l’Abs a due canali.

Le ruote hanno il diametro differenziato, l’anteriore è di 19 pollici, dietro è da 18; abbastanza corta, la Classic manifesta una ciclistica solida, che predilige la stabilità in curva, pur essendo anche maneggevole sia per le sue dimensioni compatte sia per una certa leggerezza, in ordine di marcia pesa 195 chili. Affatica poco la Classic 350, merito di una posizione di guida eretta, in cui gambe e braccia sono piegate con naturalezza e la sensazione di controllo è alta.

7 colori

I consumi sono interessanti, è possibile superare i 30 chilometri con un litro di benzina, il serbatoio di 13,5 litri fa calcolare un’autonomia di circa 400 chilometri. La Royal Enfield Classic 350 è disponibile in sette diverse colorazioni, i prezzi partono da 4.800 euro, si può guidare con patente A2.

Tag

Classic 350  · G2  · Royal Enfield  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Sbarca nel nostro Paese il programma di guida dedicato alla tecnica “flat track”, popolare negli Usa. La sede da noi è a Badia Calavena (Vr), ma i corsi saranno itineranti

· di Antonio Vitillo

Arriva in primavera la versione "scrambler" della Himalayan. Look sportivo ma classico, motore raffreddato ad aria di 411 centimetri cubici. Prezzi da definire