Ultimo aggiornamento  04 febbraio 2023 00:39

Bmw i4 eDrive 40, a caccia di Tesla.

Edoardo Nastri ·

Una quattro porte elettrica che punta dritto alla Tesla Model 3. La i4 è per Bmw la rivale diretta della berlina a zero emissioni di Elon Musk e scommette tutto sul piacere di guida, “coerentemente con quello che il nostro marchio rappresenta in termini di sportività, prestigio e qualità costruttiva”, spiega Paolo Chiari, responsabile marketing prodotto di Bmw Italia.

La i4 sfrutta la stessa piattaforma della Bmw Serie 4 con motore termico, ma, sottolineano i tecnici, adattata per far più spazio possibile alle batterie distribuite lungo il pianale e che hanno un’altezza di 110 millimetri per abbassare ulteriormente il baricentro. Per avere un confronto, il centro di gravità è di 5,3 centimetri più basso di quello della Serie 3 berlina.

Come va la eDrive 40 

Abbiamo guidato la versione base della Bmw i4 (se così si può chiamare): la eDrive 40, spinta da un solo motore accoppiato all’asse posteriore e con la trazione posteriore. Nonostante si tratti dell’allestimento d’ingresso la potenza non manca. Il propulsore da 250 chilowatt (340 cavalli) ha ben 430 newtonmetri di coppia disponibili istantaneamente al tocco dell’acceleratore, mentre il un pacco batterie da 83,9 chilowattora consente un’autonomia dichiarata di 590 chilometri.

La eDrive 40 ha ereditato le buone doti dinamiche dalla sorella a motore termico. La quattro porte tedesca riesce a far dimenticare il suo peso (si superano le due tonnellate) grazie a una spinta sempre pronta, uno sterzo molto preciso e un assetto rigido che non impensierisce quando ci sono buche o pavé che supera in scioltezza. La piattaforma in condivisione con la Serie 4 tradizionale non ha consentito tuttavia il massimo sfruttamento dello spazio interno tipico delle auto elettriche su architetture dedicate, mentre gli interni riprendono in tutto e per tutto quelli della sorella a benzina o diesel.

Consumi contenuti e tre modalità di guida

Agendo sui pulsanti alla sinistra della leva del cambio si può giocare con le modalità di guida, passando dalla Eco Pro (la potenza viene ridotta per la massima efficienza) alla Comfort (per la guida di tutti i giorni) alla Sport, dove la spinta è ancora più poderosa e un suono futuristico riprodotto dalle casse è più coinvolgente. Bene anche i consumi, favoriti da un'aerodinamica ben studiata (Cx 0,24).

Il nostro percorso misto ha previsto diversi passaggi nel traffico cittadino per poi arrivare fino al lago di Bracciano per una percorrenza complessiva di circa 100 chilometri, dove il consumo medio registrato è stato di 17,9 chilowattora ogni 100 chilometri.

Ricarica veloce

Per la ricarica si può contare su una potenza massima in AC di 11 chilowatt (circa 7,5 ore per il pieno) oppure di 205 chilowatt in corrente continua. Completo il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida e molto veloce il nuovo sistema infotainment Operating System 8 che si gestisce da due grandi display in alta risoluzione da 12,3 e 14,9 pollici il primo dedicato alla strumentazione, l’altro per il controllo delle principali impostazioni.

La i4 eDrive 40 è già ordinabile in Italia in due allestimenti, M ed M Sport, con prezzi da 60.900 euro. I più sportivi possono scegliere la versione M50 (da 73mila euro), dotata di un motore per ciascuno dei due assi per 400 chilowatt (544 cavalli) di potenza domati dalla trazione integrale. 

Tag

Auto elettriche  · BMW  · Bmw i4  · Bmw i4 eDrive  · Bmw i4 M50  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Dopo decenni di collaborazione, la Casa tedesca ha rilevato i diritti sul marchio della società di tuning dell'Algovia che realizza sportive di lusso basate sui modelli di Monaco

 

· di Paolo Odinzov

Abbiamo provato la prima sportiva a batterie della Casa di Monaco, già ordinabile a 73mila euro. Numeri da supercar: 544 cavalli e 0-100 in 3,9 secondi