Ultimo aggiornamento  28 gennaio 2023 17:01

Škoda Enyaq iV, il Coupé che non t'aspetti.

Paolo Odinzov ·

GROSSETO - A vederla fa subito effetto. Complice il tetto panoramico in vetro oscurato ma, soprattutto, il cx della carrozzeria di soli 0.234, la nuova versione Coupé della Škoda Enyaq iV non passa inosservata e trasmette una sensazione di grinta e sportività.

Nel realizzarla, i progettisti della Casa ceca hanno puntato a non stravolgere misure e ingombri del modello originale, mantenendo invariati lunghezza e passo di 4,65 e 2,76 metri, e soprattutto riducendo la capacità del bagagliaio di soli 15 litri, sopra il livello della cappelliera, per un volume totale di 570 litri.

Il risultato è che il suv elettrico boemo, nella inedita veste, può accontentare tutti. Dal pubblico più giovane, attratto dalle auto dinamiche e filanti nella linea, a quelli che non vogliono rinunciare a spazio e versatilità per affrontare magari lunghi viaggi in compagnia. Cosa, questa, che la Enyaq coupé iV può ben fare vantando anche prestazioni oltre la norma per la categoria.

Tante versioni

Abbiamo potuto constatarlo provando nei giorni scorsi la Škoda Enyaq Coupé iV sulle strade della maremma toscana, tra Grosseto e le vie panoramiche che circondano la costa del Monte Argentario. Soprattutto scegliendo la versione più spinta RS, che rappresenta la prima auto a batterie ad elevate prestazioni del marchio, la new entry di Mladá Boleslav sorprende ed entusiasma alla guida.

Lo fa grazie a un powertrain a trazione integrale, dotato di due unità elettriche, che sviluppa 220 chiloWatt (299 Cv) e 460 Newtonmetri e che permette di accelerare da 0 a 100 in 6,5 secondi per poi toccare, stando ai dati del costruttore, i 180 chilometri orari di velocità massima. Numeri da vera sportiva, amministrati da una elettronica di controllo con 4 driving mode (Eco, Comfort, Normal e Sport) e la modalità Traction 4X4.

Se però ad alcuni può sembrare troppo, la Enyaq coupé iV offre nella gamma le varianti più “tranquille” a trazione posteriore 60 e 80, rispettivamente da 132 e 150 chiloWatt (180 e 204 Cv), e quella 4X4 80x da 195 chiloWatt (265 Cv). Tutte sono dotate di serie di un pacchetto sicurezza comprensivo di numerosi Adas, oltre a poter essere equipaggiate con sistemi di assistenza nella marcia degni di una supercar: perfino il Dynamic Chassis Control che, in base alle situazioni di guida, regola continuamente lo smorzamento delle sospensioni e la risposta dello sterzo.

Supera i 540 chilometri di autonomia

A seconda delle versioni sono disponibili per la Enyaq coupé iV delle batterie da 62 o 82 chiloWattora. Garantiscono un’autonomia da record, superiore sulla variante 80 ai 540 chilometri nel ciclo Wltp, e possono fare un pieno di elettroni dal 10% all'80% in soli 29 minuti sfruttando una colonnina ad alta potenza.

Un cuore tecnologico alla portata di tutti

Lo stato di carica, come la maggior parte delle funzioni della vettura possono essere gestite tramite il sistema d’infotainment e navigazione basato sul nuovo software ME3 della piattaforma MEB del Gruppo Volkswagen. È il cuore tecnologico del modello, sfrutta un touchscreen da 13 pollici e una eSIM integrata con la quale è possibile ricevere aggiornamenti “over-the-air” in download direttamente dalla rete. Offre un collegamento permanente a internet e permette l'utilizzo di numerosi servizi online, molti dei quali gestibili tramite l'app MyŠKODA con cui controllare anche a distanza numerosi parametri dell’auto.

Un’astronave? Quasi. Ma il bello è che la Enyaq coupé iV, prevista nelle concessionarie dopo l'estate con un listino base di 45mila euro, non lo dà poi tanto a vedere. "Coccola”  guidatore e passeggeri dentro un salotto di bordo, rifinito gran parte in materiali eco provenienti da processi di riciclaggio, dove tanta tecnologia è facilmente a portata di mano anche per i meno esperti.

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Il costruttore boemo punta all'espansione della gamma a zero emissioni con nuovi modelli. Una citycar, una compatta e (forse) una station wagon