Ultimo aggiornamento  28 novembre 2022 22:34

Mercato auto, febbraio in rosso.

Redazione ·

Prosegue il trend fortemente negativo per il mercato automobilistico italiano. Secondo i dati forniti dal ministero dei Trasporti ed elaborati dall'Unrae (l’associazione dei costruttori esteri), a febbraio 2022 le immatricolazioni sono diminuite del 22,2% rispetto a un anno prima, comprendendo tutti i canali di vendita: le nuove targhe sono state 112.518, contro le 144.532 di febbraio 2021.

Complessivamente, nei primi due mesi del nuovo anno, la flessione su quello precedente è stata del 20,7%, per un totale di 76.009 unità perse da gennaio.

I marchi

Fiat si conferma il primo costruttore in Italia per immatricolazioni: nel febbraio di quest’anno ha targato 16.066 vetture contro le 22.786 dello stesso periodo del 2021, con un calo percentuale del 29,5%.

Secondo posto per Ford (8.656, -10,1%), che ha scavalcato Volkswagen (7.256, -33,8). In quarta posizione Peugeot (6.931, -35,1%), quindi Toyota 5.896, -26,2%). Significativo il sesto posto complessivo di Dacia che ha registrato, in controtendenza, un +13,8% con 5.141 vetture. Da segnalare, poi, l’exploit della piccola DR Motor che con 1.585 immatricolazioni contro le 622 dell’anno passato, ha visto una vistosa crescita in percentuale del 154,8%

I modelli

Anche questo mese, l’auto numero uno per gli italiani è la Fiat Panda, con 10.130 immatricolazioni. Al secondo posto, ma molto lontana, la Lancia Ypsilon (3.894 unità), terza la Ford Puma (3.180 auto) e quarta la Fiat 500X (2.595). Al quarto gradino rimane la Toyota Yaris Cross.

L’elettrica pura più venduta a febbraio è stata ancora la Fiat 500 (509 esemplari), meglio di Smart Fortwo (297 auto), e della Tesla Model Y che entra in classifica con 223 unità.

I canali

L’analisi dei canali di mercato conferma il trend negativo trasversale tra i differenti settori economici. Gli acquisti dei privati sono scesi del 25,9%, in assenza di incentivi. Anche i comparti business segnano il passo: -5,7% per i noleggi a lungo temine, crollo del 44,9% per il breve termine, mentre la flessione per le auto-immatricolazioni dei concessionari è stata del 22,7%.

Le alimentazioni

A febbraio le auto ibride (pur con un calo del 7,5%) hanno superato le vendite delle benzina e delle diesel: 38.533 immatricolazioni rispetto rispettivamente a 29.669 e 25.040. Guardando a un anno fa la flessione è stata del 37,3% per le benzina e del 31% per le motorizzazioni a gasolio.

Le elettriche segnano il passo e registrano un meno 8,2% con un totale di 3.175 immatricolazioni quando nello stesso mese del 2021 erano state 3.460.

Tag

Fiat Panda  · Mercato auto Italia  · Stellantis  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

A gennaio sono state immatricolate nel Vecchio Continente (Ue, Paesi Efta e Regno Unito) 822.423 auto. Rispetto allo stesso mese del 2021 mancano 20.247 targhe

· di Paolo Odinzov

Nel primo mese dell'anno immatricolate nel nostro Paese 107.814 unità, oltre 26 mila in meno rispetto a gennaio 2021. Forte calo delle vendite ai privati

· di Edoardo Nastri

A fronte di una timida crescita generale del mercato italiano (+5,8% rispetto al 2020), ecco chi tra brand e alimentazioni è riuscito a crescere o ha registrato risultati negativi