Ultimo aggiornamento  28 novembre 2022 23:19

L’Apple Car guarda il cielo.

Redazione ·

La spasmodica attesa di una novità definitiva sulla Apple Car si arricchisce di un nuovo capitolo. Sono in rete da alcuni giorni i disegni dell’ultimo brevetto che il gigante di Cupertino ha presentato allo U.S. Patent Office, per un tettuccio apribile destinato alla sua quattro ruote. Ennesimo, piccolo, passo avanti di quel Project Titan, l’elettrica e forse autonoma marcata dal colosso dell’informatica, di cui si parla dal 2016. Cupertino aveva già presentato qualcosa in proposito nel 2019, ma adesso ha depositato delle novità.

Il tetto a scomparsa sviluppato ora ricorda il Magic Sky di Mercedes, mischiato però - secondo una tradizione Apple - con altre soluzioni, per offrire una risposta tutta nuova. Combina la tecnologia tradizionale di questo accessorio con un  vetro a opacità variabile (tipico del prodotto del marchio tedesco) grazie al quale sono i clienti a decidere la quantità di luce che entra all’interno dell’abitacolo. Inoltre, almeno a giudicare dal brevetto, il tettuccio della Apple Car si aprirebbe anche contestualmente alle portiere, facilitando salita e discesa dei passeggeri.

Storia infinita

Il “Project Titan” ha attraversato periodi diversi nel corso della sua esistenza. Nato per portare anche Apple nel settore delle quattro ruote - o con un’auto tutta sua o con un software proprietario da applicare sulle vetture di qualche altra azienda - ha poi progressivamente perso slancio, fino a dare l’impressione di essere finito su un binario morto.

I continui cambi di vertice, l’emorragia di tecnici e ingegneri verso aziende differenti o altri settori della stessa Mela pareva averne decretato la fine. Poi, più recentemente, l’atmosfera è cambiata. In particolare da quando Bloomberg ha diffuso indiscrezioni, di cui abbiamo parlato qui, che sembravano confermare l’arrivo della Apple Car - come abbiamo visto a batteria e dotata di intelligenza artificiale - già per il 2025. 

A seguire sono arrivate le mille parole su possibili partnership con costruttori di fama mondiale, Hyundai e Kia su tutti, per un accordo che è però - almeno per adesso - sfumato. Ora il programma è nelle mani del boss del settore intelligenza artificiale di Cupertino, John Giannandrea e il recente arrivo nel gruppo di Kevin Lynch - che ha supervisionato nascita e sviluppo dell’Apple Watch - ha dato nuova linfa alle speranze di chi sogna, dopo telefono, palmare, orologio, personal computer, di possedere un giorno anche un’auto con una bella mela come simbolo.

Tag

Apple Car  · Mercedes Benz  · Project Titan  · US Patent Office  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Debutta con una cerimonia sabato Aito M5, la prima quattro ruote del produttore di telefonini realizzata con Seres (nota anche come SF Motors). Schiaffo ad Apple

· di Paolo Borgognone

Tre importanti tecnici del Project Titan dicono addio: un'altra battuta d'arresto per il sogno di vedere l'auto elettrica e 100% autonoma della Mela

· di Patrizia Licata

Meno importanza a motore e cavalli e sempre più attenzione ai software. Il centro di ricerca Capgemini traccia un quadro delle nuove tendenze nel mondo automotive