Ultimo aggiornamento  02 febbraio 2023 12:29

Europa: le termiche scendono al 60% di share.

Luca Gaietta ·

Due auto su cinque vendute nel 2021 all’interno della Unione europea sono state scelte con una propulsione a batteria (ibrida, plug-in o elettrica pura).

A dirlo i dati dell’Acea (l’Associazione europea dei produttori di automobili), secondo i quali la quota delle vetture termiche in Europa è scesa lo scorso anno a circa il 60% anche a causa della carenza di semiconduttori che ha colpito pesantemente la produzione di questo tipo di vetture.

Volano le elettriche

Soprattutto nel periodo da ottobre a dicembre le auto elettriche hanno goduto nell'anno trascorso di una crescente popolarità, registrando la crescita più forte e guadagnando il 24,9% in più di nuove immatricolazioni rispetto allo stesso periodo del 2020. Per un aumento complessivo di quasi 310mila veicoli, dei quali circa due terzi in Germania, Francia e Italia.

Più ibridi che diesel

Con un totale di oltre 1,9 milioni di nuove immatricolazioni, i modelli ibridi hanno superato per la prima volta nel 2021 i diesel, registrando un aumento nelle vendite del 60%. Questo, anche se negli ultimi tre mesi dell'anno le auto della categoria hanno avuto una crescita moderata (0,4% a circa a 439mila unità), paragonata a quella avuta nello stesso trimestre del 2020 premiato nelle immatricolazioni dalla spinta degli incentivi governativi.

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

In Italia le auto a batteria continuano ad aumentare, nonostante la mancanza degli incenivi: 3.658 unità a gennaio, il 46,5% in più rispetto al 2021

· di Angelo Berchicci

Lo scorso mese si sono contate 263.844 auto in meno. La crisi dei chip ha affossato la ripresa post-pandemia: da gennaio si sono perse 183.231 unità rispetto al 2020