Ultimo aggiornamento  27 gennaio 2023 08:18

Gm punta forte sul Michigan.

Paolo Borgognone ·

General Motors ha annunciato oggi un investimento di oltre 7 miliardi di dollari in quattro siti produttivi del Michigan, con l’obiettivo di creare 4mila nuovi posti di lavoro e mantenerne altri 1.000, oltre ad aumentare significativamente la capacità produttiva di celle a batteria e pick up elettrici. Si tratta del singolo annuncio di impiego di denaro più grande nella storia del gruppo industriale americano.

L'impegno comprende la costruzione di un nuovo impianto di batterie Ultium Cells a Lansing e la conversione di quello di assemblaggio di Orion Township per la produzione della versione a zero emissioni di Chevrolet Silverado e Gmc Sierra. Inoltre, la società sta investendo su due altri siti sempre nell'area di Lansing.

Si tratta di un ulteriore passo in avanti del costruttore che vuole diventare il leader del mercato dell’elettrico in Nord America entro il 2025. Grazie ai fondi sbloccati oggi, il gruppo si aspetta un aumento della capacità totale di produzione a 600mila veicoli l’anno quando tutti gli stabilimenti lavoreranno a pieno ritmo.

Qualche dettaglio in più

Quattro dei sette miliardi di dollari previsti riguarderanno il sito Orion Assembly per la produzione di Chevrolet Silverado  e GMC Sierra che utilizzeranno la piattaforma Ultium, che garantisce all'azienda la flessibilità di costruire veicoli per ogni cliente e segmento. Questo investimento dovrebbe creare più di 2.350 nuovi posti di lavoro a Orion - tra personale che verrà spostato da altre sedi e ulteriori assunzioni - e mantenere circa 1.000  degli attuali quando l'impianto sarà pienamente operativo. La produzione  inizierà nel 2024.

Tra i cambiamenti che verranno apportati, il gruppo sottolinea una significativa espansione delle strutture e della capacità del sito, comprese nuove carrozzerie, officine di verniciatura, aree di assemblaggio generale e del pacco batterie. Durante tutto il periodo interessato dai lavori - che inizieranno immediatamente - la produzione della Chevrolet Bolt continuerà senza intoppi.

Questo sarà il terzo impianto di assemblaggio negli Stati Uniti a essere trasformato per la produzione di mezzi elettrici alimentati da Ultium, affiancando Factory Zero a Detroit e Hamtramck, Michigan. A questi vanno aggiunti gli altri siti: Spring Hill Assembly a Spring Hill, Tennessee, Cami a Ingersoll, Ontario e Ramos Arizpe Assembly in Messico. Entro la fine del 2025, Gm conta di riuscire a costruire più di 1 milione di unità in Nord America, per rispondere alla crescente domanda di veicoli elettrici. 

General Motors  e LG Energy Solution, attraverso la loro joint venture Ultium Cells, investono poi 2,6 miliardi di dollari per costruire il terzo impianto di produzione di batterie della società negli Stati Uniti, che affiancherà quelli attualmente in costruzione in Ohio e Tennessee. Grazie a questo sforzo si  dovrebbero creare più di 1.700 nuovi posti di lavoro, quando l'impianto sarà pienamente operativo. I preparativi per il rinnovamento inizieranno la prossima estate e l’avvio della produzione è previsto per la fine del 2024. Ultium Cells Lansing fornirà celle per batterie a Orion Assembly e ad altri impianti di assemblaggio del gruppo.

Altri impegni

Oltre agli investimenti legati allo sviluppo della mobilità elettrica in Michigan, il gruppo impiegherà più di 510 milioni di dollari nei suoi due impianti di assemblaggio di veicoli nell'area di Lansing per aggiornare le loro capacità di produzione per i prodotti a breve termine: a Lansing Delta Township Assembly  nascerà la prossima generazione di Chevrolet Traverse e Buick Enclav, mentre il Grand River Assembly verrà completamente ristrutturato.

"Questi importanti investimenti non sarebbero stati possibili senza il forte sostegno del governatore Gretchen Whitmer, dei legislatori del Michigan, di Orion Township, di Lansing, Delta Township. Devo poi ringraziare il sindacato Uaw e LG Energy Solution", ha dichiarato il presidente e ceo di Gm Mary Barra. "Questi sforzi creano anche opportunità per lo stato e consentono a noi di accompagnare i nostri dipendenti lungo la  transizione verso un futuro completamente elettrico".

"Stiamo compiendo il passo successivo nel continuo lavoro per conquistare la leadership nel settore dell’elettrico, grazie a investimenti nella produzione di batterie e vetture in Nord America", ha proseguito Mary Barra. ”Stiamo costruendo sulla risposta positiva dei consumatori e le prenotazioni per i nostri recenti lanci e debutti, tra cui l’Hummer elettrico di Gmc, Cadillac Lyriq, Chevrolet Equinox e Silverado a batteria. Il nostro piano crea il più ampio portafoglio di mezzi a zero emissioni di qualsiasi casa automobilistica e consolida ulteriormente il percorso che abbiamo intrapreso verso la leadership in questo segmento negli Stati Uniti entro la metà del decennio".

Tag

Detroit  · General Motors  · LG  · Mary Barra  · Michigan  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il costruttore acquista le quote della controllata Cruise da SoftBank e aggiunge 1,3 miliardi di dollari di investimento in attesa del via libera a San Francisco

· di Paolo Borgognone

Dopo anni nei quali la Borsa ha investito soprattutto su giovani società come Tesla, oggi si torna ai big e le quotazioni “a batteria” di Ford e Gm crescono enormemente

· di Paolo Borgognone

Il presidente ospita un meeting alla Casa Bianca con i vertici delle aziende che sostengono il suo programma di elettrificazione. Ci saranno Ford e Gm ma non Elon Musk

· di Redazione

Il costruttore accetta - come Toyota e Stellantis - che sia lo stato a definire i limiti delle emissioni. Così può tornare a vendere i suoi veicoli al governo locale

· di Redazione

La società coreana (parte di Lg Chem) che costruirà una fabbrica di accumulatori con Stellantis prevede di raccogliere quasi 10 miliardi di euro

· di Redazione

Ultium Cells, la joint venture tra le due aziende, lavorerà con la Li-Cycle Corp, in grado di recuperare il 100% dei materiali dagli accumulatori e di riutilizzarne il 95%