Ultimo aggiornamento  03 dicembre 2022 04:38

La mia “Caddie” suona il rock.

Paolo Borgognone ·

“Un’opportunità unica nella vita”. Così, non senza una certa malizia commerciale, la casa d’aste “Car & Classic” presenta una delle auto attualmente all’incanto on line sul suo sito. Si tratta di una Cadillac - per la precisione una Fleetwood Brougham del 1974 - ma l’aspetto chiave sta nel proprietario originale: Elvis Aaron Presley.

Il “Re” del rock comprò la vettura - lo testimoniano i documenti dell'epoca che la accompagnano - il 26 settembre 1974 all’autosalone Madison Cadillac al 341 di Union Street a Memphis e con gli optional arrivò a pagarla la bella somma di 12.512 dollari. La particolarità di questo esemplare è proprio nella documentazione: neanche le molte auto che oggi sono conservate a Graceland, la casa in cui Elvis morì trasformata in museo, hanno tutte le carte in regola. Questa sì e portano proprio la firma del  cantante, un autentico appassionato delle Cadillac tanto che nella sua vita ne ha possedute (e regalate, la sua generosità era proverbiale) 250. Fin da bambino sognava, raccontava egli stesso, di acquistarne una per la madre Gladys alla quale era legatissimo.

Le condizioni

La “Caddie” - all’asta con offerta libera -  monta un motore V8 con una cilindrata di quasi 8,2 litri e in grado di raggiungere i 180 orari con uno scatto da 0 a 100 in 13,8 secondi. Secondo il venditore in questo momento il propulsore non funziona ma non per qualche danno, ma solo perché la vettura non viene utilizzata da anni. In compenso i pezzi sono praticamente tutti originali con l'eccezione della batteria e un interruttore di spegnimento montato nel vano motore, probabilmente usato quando l'auto era in mostra. Insomma, basta una revisione e si può tornare in strada.

Esternamente la vettura presenta qualche piccola ammaccatura qua e là ma non ha segni di ruggine. I coprimozzi in acciaio inossidabile ci sono tutti, le cromature sono in ordine e la 'Dea' che Elvis aveva  specificatamente voluto sul cofano anteriore - così come il tetto apribile che fu una sua richiesta - è ancora al suo posto. Il colore - giallo senape - è quello con cui la vettura uscì dalla fabbrica. 

All’interno c'è tutto, e tutto è lussuoso come lo era quando Elvis si mise al volante nel 1974. L'abitacolo mostra la sua età, visto che parliamo di un’automobile che non è stata restaurata in nessun punto, ma è proprio questa la sua caratteristica. Il volante è incrinato, il vinile in alcune aree è spaccato o è stato tirato via (forse per il desiderio di qualche appassionato di conservarne un pezzo. Durante la Elvis-mania una volta una sua auto parcheggiata fuori da un cinema a Memphis venne letteralmente smontata da fan a caccia di souvenir) ma il cruscotto è in ordine, gli indicatori e il display luminosi e chiari.

La radio originale è ancora montata, le manopole e i pulsanti sono tutti presenti e in grado di funzionare. La Fleetwood Brougham incredibilmente ben accessoriata, con sedili e alzacristalli elettrici, cruise control e poggiapiedi posteriori. I sedili, rifiniti in un velluto che oggi risulta stravagante ma che andava per la maggiore all'epoca, sono tutti in buone condizioni. Particolare d’eccezione, la vettura si apre con una chiave in oro 14 carati, roba veramente da star. E non dimentichiamo che fra i pezzi originali c’è anche la targa dello stato del Tennessee con tanto di scritta “1-Elvis”.

Pezzo unico

Come abbiamo detto, quello che rende questa Cadillac davvero speciale per i fan del “Re” è la documentazione, tra cui spicca una copia del modulo d'ordine originale (firmato da Elvis) e il foglio di consegna con tanto di indirizzo del compratore, forse l’unico al mondo ad abitare in una strada… intitolata a lui: Elvis Presley Boulevard.
Insieme all’auto viene fornita anche una documentazione fotografica che ne racconta la storia. Ci sono diversi scatti dello stesso cantante insieme ad alcune delle persone del suo entourage e in molte si riconosce la residenza di Graceland. 

Nel 1976, circa un anno prima della sua morte avvenuta il 16 agosto del 1977, Elvis regalò questa vettura a George Nichopoulos, il suo medico personale (che verrà processato per aver prescritto troppe medicine al suo illustre paziente e vedrà la sua licenza ritirata nel 1980). Nichopoulos la utilizzò fino al 1985 quando venne ceduta all’attuale proprietario.

Al momento in cui stiamo scrivendo, l’offerta più alta ricevuta è di 35mila dollari. Ultima annotazione: l’auto si trova attualmente in Svezia nella cittadina di Motala (dove ha sede anche un museo delle quattro ruote) quindi - al prezzo di acquisto - servirà aggiungere anche quello del suo trasporto. Ma per una Caddie da re del rock questo e altro.

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Il “Re del rock” comprò questa Eldorado nel ’77 pochi mesi prima della sua scomparsa per regalarla alla moglie del suo road manager

· di Paolo Borgognone

All’asta in Gran Bretagna la Ferrari 360 Modena del 2003 appartenuta in passato al grande chitarrista e cantante Eric Clapton. Prevista una quotazione oltre i 100mila euro

· di Colin Frisell

Il cantante britannico pubblica su Instagram delle foto mentre sistema una strada vicino la sua casa in Inghilterra. “la mia Ferrari non può camminare qui”

· di Linda Capecci

Il 25 Marzo 1942 nasceva la regina del soul: cresciuta a Detroit, la cantante è diventata un vero simbolo della Motor City: omaggiamola ripercorrendo il suo rapporto con il mondo...

· di Linda Capecci

In Brasile è uscito un mini-film per il lancio del pick-up con protagonista il re del rock'n'roll in digitale. Si intitola "The Legend": il debutto è stato virale e multimediale