Ultimo aggiornamento  20 gennaio 2022 11:19

Porte girevoli alla Aston Martin.

Redazione ·

Nuovo direttore finanziario per Aston Martin Lagonda. A partire dal prossimo luglio il posto di Cfo verrà occupato da Doug Lafferty che lascerà l’incarico, assunto nel febbraio di un anno fa, che oggi ricopre presso l’azienda energetica Vivo Energy. In precedenza il manager inglese ha trascorso tre anni nel team Williams Grand Prix in Formula 1 e altri 16 in una vasta gamma di ruoli finanziari e di leadership presso la British American Tobacco.

Lafferty ha detto: "Questo è un momento eccitante per unirsi ad Aston Martin, con l'azienda che sta realizzando una serie di prodotti sorprendenti, dimostrando una rinnovata cultura di eccellenza operativa e un team di leadership di livello mondiale.”

Soddisfazione per la nomina del nuovo direttore finanziario è stata espressa anche dal presidente del gruppo Lance Stroll: “L’esperienza come chief financial officer e il lavoro per la squadra corse Williams, così come la sua esperienza multinazionale accumulata, lo rendono un'aggiunta fenomenale al nostro team"

Quanti cambiamenti

Quella di Lafferty non è l’unica novità in casa Aston Martin di questo inizio 2022. Solo pochi giorni fa lo storico team principal della scuderia di F1, Otmar Szafnauer - che aveva rivestito quel ruolo per 12 anni anche quando la scuderia si chiamava Force India e Racing Point - ha lasciato il suo posto. Al contrario, dallo scorso settembre, l’ex boss della McLaren Martin Whitmarsh è entrato nella squadra inglese col ruolo di responsabile delle “Performance Technologies”.

Recentemente il costruttore di Gaydon - che non ha raggiunto gli obiettività di utile per il 2021 - ha subito anche delle defezioni a livello dirigenziale: il direttore delle operazioni Simon Lane, Kris Elston, capo della catena di approvvigionamento e il responsabile marketing Peter Freedman hanno tolto il disturbo e, secondo la stampa inglese, anche il posto del ceo Tobias Moers sarebbe in discussione.

Tag

Aston Martin  · Doug Lafferty  · F1  · Gaydon  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Secondo il magazine inglese Autocar, la posizione del ceo vacillerebbe a causa del mancato raggiungimento degli obiettivi di utile per 18 milioni di euro