Ultimo aggiornamento  08 dicembre 2022 00:08

Volkswagen, l'ID.Buzz debutta il 9 marzo.

Paolo Odinzov ·

“La leggenda ritornerà il 9 marzo”: così il ceo di Volkswagen Herbert Diess, ha annunciato su Twitter la data in cui sarà svelata la versione di produzione dell’ID.Buzz. Ovvero l’erede in chiave elettrica del Bulli la cui commercializzazione in Europa dovrebbe iniziare verso la fine del 2022 o l'inizio del 2023 (il condizionale è d’obbligo non essendoci ancora conferma da parte del costruttore).

Previste diverse versioni

Nel tweet del manager tedesco, un video mostra un design del veicolo molto simile a quello dei vari concept che dal 2017 a oggi hanno anticipato e prefigurato il modello di serie, destinato a essere proposto sia in versione multivan per il trasporto persone, che in quella commerciale priva di finestrini laterali. Oltre che, probabilmente, nella variante camper ID.California cui Volkswagen sta già lavorando e che ben si sposerebbe con la storia del celebre pulmino prediletto negli anni ’60 e '70 dagli hippy.

Nasce ad Hannover sulla piattaforma Meb

L’ID.Buzz verrà prodotto nello stabilimento di Hannover in Germania e si baserà sulla piattaforma Meb Volkswagen già impiegata su diversi veicoli a batteria del Gruppo come la ID.4, oppure la Skoda Enyaq.

Al momento non vi sono informazioni tecniche riguardo al veicolo. Secondo alcune fonti vicino alla azienda potrebbe essere proposto in una versione entry-level a 2 ruote motrici, con un motore elettrico da circa 150 chiloWatt (204 cavalli) montato sull’asse posteriore, e un modello 4X4 spinto da 2 unità in grado di produrre una potenza combinata di 220 chiloWatt (299 cavalli). Questo, contando sulla alimentazione di diversi tagli di batteria, della capacità compresa tra 48 e 111 chiloWattora, per un’autonomia fino a 550 chilometri. Per adesso, lo ricordiamo, si tratta comunque di supposizioni prive di conferma ufficiale.

Quello che è certo, però, è che l'ID.Buzz avrà un ruolo cruciale nei piani di espansione nel mercato della Casa tedesca. È infatti già prevista anche una versione a guida autonoma del veicolo, sviluppata con l’apporto della startup americana Argo AI, da impiegare per fornire un servizio di trasporto passeggeri e merci senza conducente in diverse citta delle Germania a cominciare da Amburgo nel 2025.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il costruttore tedesco potrebbe scegliere entro marzo se realizzare un impianto vicino a quello storico in Bassa Sassonia nell’ambito del progetto Trinity

· di Paolo Odinzov

Il ceo di Volkswagen ha espresso alla testata The Verge le sue perplessità sulla decisione dell'Unione europea di dire addio alle auto endotermiche nel 2035

· di Redazione

Annunciata una joint venture tra i colossi tedeschi per “rendere il Vecchio continente autosufficiente" e “una potenza globale” nel settore degli accumulatori

· di Paolo Odinzov

Il costruttore prevede di aumentare del 42% la produzione nello stabilimento di Wolfsburg arrivando a circa 570mila unità se la carenza di semiconduttori lo permetterà

· di Paolo Odinzov

Il gruppo investirà entro il 2026, solo nell'e-mobility, 52 miliardi di euro: altri 30 stanziati per software e guida autonoma. Elettrificati tutti gli stabilimenti europei