Ultimo aggiornamento  07 febbraio 2023 16:29

Aston Martin, Tobias Moers in bilico?

Edoardo Nastri ·

Tempi difficili per Tobias Moers, ceo di Aston Martin. Secondo quanto riportato dal magazine inglese Autocar, il posto del manager sarebbe in bilico a causa del mancato raggiungimento degli obiettivi di utile di quasi 15 milioni di sterline (circa 18 milioni di euro), motivato - tra gli altri fattori - dai ritardi nella produzione della Valkyrie.

Mentre alcune fonti sostengono che sia già stato contattato un potenziale sostituto, il ceo ha dichiarato che “il programma Valkyrie è ora in esecuzione a pieno ritmo e concentrato sulle consegne, nonostante le sfide dovute alla catena di approvvigionamento e all’enorme complessità che conosce la produzione in questi tempi”.

Consegne e valore in aumento

Nel complesso Aston Martin nel 2021 ha venduto 6.182 unità, con volumi cresciuti dell’82% rispetto all’anno precedente grazie soprattutto all’offerta del suv DBX. Le consegne delle Valkyrie invece sono andate a rilento, visto che nel terzo trimestre ne sono state spedite appena dieci esemplari, molto meno di quanto previsto in precedenza. L’aumento delle vendite ha comunque comportato anche un rialzo dell’1,3% delle azioni del marchio inglese in borsa.

Tobias Moers è arrivato in Aston Martin nell’agosto 2020 prendendo il posto di Andy Palmer e concentrandosi sullo sviluppo di nuovi modelli elettrici appartenenti alla famiglia Lagonda e interrompendo quello del motore V6 a benzina. Il cambio di guida ha portato anche numerose defezioni all’interno dell’azienda, dal direttore delle operazioni Simon Lane a Kris Elston, capo della catena di approvvigionamento a responsabile marketing Peter Freedman. Il prossimo addio sarà proprio quello di Tobias Moers?

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il ceo Tobias Moers ha presentato la nuova versione della vettura, mossa da un 12 cilindri. "E' la più veloce di sempre". Anche per lei nel futuro ci sarà l'elettrico

· di Angelo Berchicci

La Casa di Gaydon ha svelato la versione più prestazionale della sua suv. Sotto il cofano un 4.0 V8 biturbo da 707 cavalli. Brucia lo 0-100 in 3,1 secondi

· di Redazione

Il costruttore inglese assume Doug Lafferty, a lungo direttore della scuderia Williams in F1, come direttore finanziario. Novità anche nella gestione sportiva

· di Paolo Odinzov

Dai motori di F1 fatti in casa, al ritorno della V12 Vantage, fino alla completa elettrificazione della gamma, il marchio inglese guarda a un futuro pieno di novità

· di Colin Frisell

L’ex ceo del costruttore britannico diventerà il direttore esterno di “Pod Point”, società anglo-francese di sistemi di ricarica che a fine novembre dovrebbe sbarcare in Borsa