Ultimo aggiornamento  27 novembre 2022 14:01

Mercedes Vision EQXX, il futuro possibile.

Angelo Berchicci ·

Grande autonomia = grande batteria. Un'equazione che molti ritengono inevitabile quando si parla di auto elettriche, e che porta con sè due problematiche: il peso e il costo delle vetture. Con la concept Vision EQXX, presentata a margine del CES di Las Vegas (5-8 gennaio), Mercedes-Benz prova a rompere questa formula, e lo fa rivoluzionando completamente l'approccio verso la progettazione di un'auto elettrica.

Sulla EQXX il focus passa dalle dimensioni dell'accumulatore all'efficienza energetica dell'intero sistema, e i risultati - a detta della Casa - sono sorprendenti: l'auto ha un'autonomia di oltre 1000 chilometri, con un pacco batteria compatto e un consumo di 10 kilowattora per 100 chilometri, circa la metà rispetto a un'elettrica attuale. E la cosa più rimarchevole è che la EQXX non sembra affatto una concept estremizzata in ogni suo aspetto. Al contrario, ha un elegante design da berlina coupé, vicino a quello di un normale modello di produzione. 

Minimo assorbimento energetico

Gli ingegneri tedeschi si sono concentrati sulla densità energetica del pacco batteria, che ha una capacità di 100 kilowattora, ovvero simile a quello di una EQS, ma rispetto a quest'ultimo è grande la metà e più leggero del 30%. L'architettura supera i 900 Volt ed è stata data massima attenzione a tutti quegli aspetti che contribuiscono a diminuire i consumi di elettricità.

Anzitutto l'intero progetto della EQXX nasce attorno a un nuovo software di gestione dei flussi, creato appositamente per la concept, che presenta soluzioni inedite anche nellla meccanica, come una trasmissione che minimizza le dispersioni (il 95% dell'energia contenuta nell'accumulatore viene trasmessa alle ruote). 

Lo studio aerodinamico, inoltre, ha permesso all'EQXX di ottenere un notevole coefficiente di penetrazione di 0,18, migliore persino di quello della EQS (0,20). La concept di Mercedes, che sarà esposta anche fisicamente al CES, ha una carrozzeria bassa e filante, con il tetto che si raccorda alla coda attraverso una zona posteriore molto inclinata, da coupé a 4 porte, sormontata da un profilo che integra i fari a led. Al posteriore, inoltre, troviamo un diffusore mobile.

Il tutto per ridurre al minimo la resistenza aerodinamica, così come fanno anche gli speciali cerchi carenati realizzati in magnesio. Un materiale non casuale, visto che l'altro aspetto fondamentale per ridurre i consumi di energia è la leggerezza: la Vision EQXX promette un peso di 1.750 chili, ovvero circa 800 chili in meno rispetto alla Mercedes EQS 580 4Matic.

Tecnologia realistica

Il risultato è una vettura che, sulla base di simulazioni digitali in condizioni di traffico reali, promette di superare i 1.000 chilometri di autonomia, con prestazioni non da poco, visti i circa 200 cavalli erogati dal powertrain. Finora il meglio che Mercedes è riuscita a fare in termini di percorrenze sono i 780 chilometri di autonomia che la Casa dichiara nel ciclo WLTP per la EQS 450+. Sulla concept, inoltre, il tetto è formato da pannelli fotovoltaici, che forniscono 25 chilometri di autonomia aggiuntiva.

“La Vision EQXX è il modo in cui immaginiamo il futuro delle auto elettriche. Solo un anno e mezzo fa abbiamo avviato questo progetto che ha portato alla Mercedes-Benz più efficiente mai costruita, con un consumo energetico eccezionale, inferiore a 10 kilowattora per 100 chilometri. E' un'auto avanzata in così tante dimensioni, e ha persino un aspetto sorprendente e futuristico" ha dichiarato Ola Källenius, ceo di Daimler e Mercedes-Benz AG. 

"Il programma tecnologico alla base della Vision EQXX definirà i futuri modelli Mercedes-Benz e loro specificità. E' un modo entusiasmante, stimolante, ma completamente realistico per interpretare la tecnologia dei veicoli elettrici”, ha aggiunto Markus Schäfer, responsabile per lo sviluppo tecnologico in seno al Consiglio di amministrazione del costruttore.

Tag

Mercedes  · Mercedes Vision EQXX  · Vision EQXX  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La casa tedesca punta ad auto a batteria che consumino 10 kW di energia ogni 100 chilometri. Intanto l'EQXX ne percorre 1.000 con una sola carica

· di Angelo Berchicci

La seconda serie della sportiva non sarà più un modello a sé stante nella gamma, ma rappresenterà la versione con tetto fisso della SL. Abitacolo 2+2 e trazione integrale

· di Luca Gaietta

Secondo la testata tedesca Automobilwoche il costruttore potrebbe eliminare gradualmente dalla gamma le familiari, partendo dalla CLA Shooting Brake nel 2025

· di Angelo Berchicci

Nonostante pandemia e crisi dei chip, nel 2021 la Casa ha presentato una ventata di novità. Dal 2022 arrivano altri 60 miliardi di investimenti. E in Italia aumenta la...