Ultimo aggiornamento  03 febbraio 2023 01:56

Cruise (Gm), lascia il ceo Dan Ammann.

Redazione ·

Terremoto in casa Cruise, la divisione che sviluppa i veicoli autonomi per General Motors. Il ceo Dan Ammann, in carica dal 2018, ha dato le dimissioni con effetto immediato: il suo posto, ad interim, viene preso dall’attuale presidente della società Kyle Vogt, che è anche uno dei fondatori dell’impresa e ha già ricoperto il ruolo di amministratore delegato. Non è ancora stato stabilito chi assumerà la carica, mentre è già stato comunicato che il consiglio di amministrazione della società avrà un nuovo membro, Wesley Bush, ex presidente e ceo di Northrop Grumman - una società che si occupa di “soluzioni per l’aeronautica, la difesa e il cyberspazio” - e membro della direzione di General Motors.

L’addio di Ammann è arrivato abbastanza a sorpresa visto che all’Investor Day del costruttore, in ottobre, era stato proprio lui - che in passato ha ricoperto la carica di Chief Financial Officer e presidente di Gm - a presentare i piani per il futuro dell’azienda di auto robot, parlando dell’intenzione di espandere la flotta dei veicoli senza conducente fino a 1 milione di veicoli nel 2030. Attualmente Cruise sta cercando di ottenere il permesso per mettere a disposizione della cittadinanza di San Francisco una flotta commerciale di robotaxi (delle Chevrolet Bolt elettriche) dotati di tutti gli strumenti tecnologici necessari come lidar, radar, sensori e telecamere per muoversi in città. Il servizio sarebbe dovuto partire nel 2019 ma la società ha deciso di proseguire nella sperimentazione per raccogliere il maggior numero di dati ed evitare problemi con le autorità locali, soprattutto in tema di sicurezza.

Partenze eccellenti

Nella nota ufficiale del costruttore che annuncia l’addio di Ammann si legge: “Gm è profondamente impegnata nella sua visione di zero incidenti, zero emissioni, zero congestione, e la tecnologia autonoma giocherà un ruolo fondamentale nel realizzarla. Fino a oggi, Cruise ha conquistato una posizione di leadership nel ride sharing autonomo commerciale e ha creato un valore significativo per gli azionisti. Lavorando ancora insieme sull’economia di scala del progresso delle auto autonome, le nostre aziende contribuiranno alla discesa dei prezzi e la strategia integrata massimizzerà il guadagno per gli investitori".

Quella del ceo di Cruise è la seconda grande partenza questa settimana di un alto dirigente del costruttore. Pam Fletcher, finora a capo dell'unità di innovazione di General Motors, è stata nominata mercoledì come chief sustainability officer di Delta Air Lines, a partire dal 1° febbraio.

Tag

Auto robot  · Cruise  · Dan Ammann  · General Motors  · San Francisco  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il costruttore acquista le quote della controllata Cruise da SoftBank e aggiunge 1,3 miliardi di dollari di investimento in attesa del via libera a San Francisco

· di Redazione

La società spin off di Google inizia ad accettare clienti a bordo dei suoi mezzi senza conducente anche nella città californiana, come succede dal 2017 a Phoenix