Ultimo aggiornamento  28 gennaio 2023 17:44

Mazda2 Hybrid, un passo avanti.

Angelo Berchicci ·

Mazda lancia il suo primo modello full hybrid, l'utilitaria Mazda2 Hybrid, che va ad affiancarsi nel listino alla precedente generazione della 2, senza sostituirla. Inutile girarci troppo attorno: come la stessa Casa dichiara, si tratta di rebranding dell'ultima Toyota Yaris, che verrà commercializzata con logo Mazda in tutta Europa da primavera 2022. 

Formula vincente

La Mazda2 Hybrid riprende la formula di successo della Toyota Yaris (da inizio anno la seconda auto più venduta d'Europa e la quinta in Italia) senza apportare cambiamenti di rilievo, sia per quanto riguarda la meccanica e il sistema full hybrid che sul piano del design di esterni e interni. Come sulla sorella gemella, quindi, l'auto è mossa da un tre cilindri a benzina da 1,5 litri che eroga 93 cavalli e da un motore elettrico da 59 kilowatt, per una potenza totale del sistema di 116 cavalli.

La Mazda2 Hybrid accelera da 0 a 100 in 9,7 secondi. Nel ciclo combinato WLTP offre un consumo di 4,0-3,8 litri/100 chilometri ed emissioni di CO2 di appena 93-87 grammi/chilometro. Confermati ovviamente tutti i benefici che la piattaforma TNGA-B di Toyota ha apportato sulla nuova Yaris, diventata una vettura spaziosa per quattro adulti grazie al passo di 2,56 metri e con un discreto bagagliaio di 286 litri.

La Mazda2 Hybrid sarà ordinabile dai primi mesi del 2022. Al momento non è stato pubblicato il listino, per cui non sappiamo come si porranno i prezzi della piccola Mazda rispetto a quelli della sorella con marchio Toyota.

Partnership per l'elettrificazione

La vettura è il primo frutto della partnership tra i due brand giapponesi, in virtù della quale Mazda ha accesso alla tecnologia ibrida di Toyota per ridurre le emissioni medie della propria gamma e conformarsi alle normative europee sulla CO2 (come già fatto da Suzuku con Across e Swace).

"La nuova Mazda2 Hybrid è il più recente risultato della collaborazione di lunga data tra Mazda Motor Corporation e Toyota Motor Corporation. Il modello d’origine sarà fornito da Toyota Motor Europe e si aggiungerà alla gamma europea di Mazda2 come vettura a marchio Mazda. La novità si inserisce nel contesto dell'impegno dell'azienda a raggiungere i propri obiettivi ambientali. In particolare, in linea con gli accordi di Parigi, Mazda punta a ridurre del 50% le emissioni medie di CO2 well-to-wheel entro il 2030 e, accelerando l'elettrificazione della sua flotta, raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050". afferma il comunicato diffuso dal costruttore.

Tag

auto ibrida  · Mazda 2  · Toyota Yaris  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Rebranding, un fenomeno sempre più diffuso per motivi legati alle emissioni e alle scelte commerciali. Vediamo quali sono le vetture "gemelle" in listino

· di Angelo Berchicci

Nei prossimi due anni la Casa commercializzerà il CX-60 e il CX-80, grandi crossover rispettivamente a 5 e 7 posti. Negli Usa altri tre modelli a ruote alte