Ultimo aggiornamento  20 gennaio 2022 11:58

Cabrio elettriche: evoluzione della specie.

Paolo Odinzov ·

Anche se l'estate è lontana, il ceo di Volkswagen Herbert Diess sembra guardare con interesse alle vetture cabrio. Non scoperte normali, ma elettriche, con cui poter sentire solo il fruscio del vento tra i capelli. Secondo alcune voci, nel prossimo futuro il gruppo tedesco mirerebbe ad allargare la gamma di almeno uno dei propri marchi con una "decappottabile" a batteria. A riguardo si è fatto il nome del brand di Wolfsburg, che secondo alcune voci potrebbe realizzare una versione scoperta della ID.3, oppure di Audi, che mirerebbe a un modello superiore di stampo premium.

Il sito per costruirla è già stato individuato, quello di Osnabrück nella Bassa Sassonia, che attualmente sta producendo la versione aperta della T-Roc. Se il tutto dovesse essere confermato, Volkswagen sarebbe uno dei pochi costruttori ad esordire nel segmento delle cabrio a batteria, che al momento conta in Italia solo due modelli, la Fiat 500 e la Smart EQ, ma che a quanto pare potrebbe avere presto una rapida evoluzione, visto che molte Case sembrano interessate al segmento (guardando anche al mercato statunitense, dove la guida a cielo aperto piace molto).

La Tesla Roadster

Prima fra queste Tesla, che nel 2023 lancerà la tanto attesa Roadster, destinata a detta del ceo Elon Musk ad essere incoronata come l'auto stradale più veloce del mondo, grazie a una velocità massima di oltre 400 chilometri orari e uno scatto da 0-100 in appena 1,9 secondi. Frutto di un powertrain da 809 chiloWatt (1.100 cavalli) e 10mila Newtonmetri, con un’autonomia vicina ai mille chilometri.

La Mini EV

Bmw ha già annunciato il debutto entro il 2025 della Mini EV Cabrio, in previsione di trasformare nel 2030 il marchio di Oxford in un costruttore di sole auto a zero emissioni. La conferma sul modello è arrivata direttamente dal numero uno di Mini Bernd Körber. Al momento però non ci sono ancora informazioni dettagliate sulla vettura che potrebbe basarsi su una versione modificata della piattaforma UKL della Casa di Monaco. Oppure essere realizzata sulla nuova architettura che Bmw sta sviluppando con i cinesi di Great Wall, in seguito alla partnership Spotlight Automotive Limited stretta con quest’ultima nel 2019.

L'idea di Mercedes

Anche Mercedes sta pensando a una cabrio elettrica. Nello specifico un modello super sportivo firmato dalla divisione AMG. Lo ha riferito recentemente il direttore operativo del marchio, membro del board di Daimler, Markus Schafer, secondo il quale potrebbe essere un “prodotto molto attraente ed emozionale”. La base di partenza per farla in teoria già ci sarebbe, considerando che nel 2017 il costruttore tedesco ha svelato la Vision Mercedes-Maybach 6 Cabriolet: un’elettrica da 542 chiloWatt (738 cavalli) in grado di bruciare i 100 in meno di quattro secondi.

Una "scoperta" dalla Cina

Dalla Cina, infine, dovrebbe arrivare nel 2022 in Europa la versione di serie della Wuling Hongguan Mini EV Concept: "scoperta" a batterie super compatta, commercializzata nel Vecchio Continente con il nome FreZe Froggy, che in 2,92 metri di carrozzeria racchiude un abitacolo a 2 posti dotato da una capote in tela ripiegabile elettricamente. Sarà disponibile con diversi tagli di batteria, la più grande da 13,8 chiloWattora, per un’autonomia fino a 200 chilometri.

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Ralf Brandstätter, ceo del marchio tedesco, pubblica i disegni di una versione a cielo aperto della berlina elettrica: "Pensiamo a come farla diventare realtà"