Ultimo aggiornamento  27 novembre 2021 22:36

Great Wall, assalto all'Europa.

Paolo Odinzov ·

Il più grande produttore privato di auto cinese Great Wall Motor punta dritto sullEuropa. Dopo la presentazione del marchio di suv premium Wey e del brand elettrico Ora, pensati strizzando l’occhio alla clientela dei nostri mercati, l’azienda ha aperto la sua prima sede ufficiale nel Vecchio Continente a Monaco di Baviera, prevedendo al suo interno un team di lavoro che conterà circa 300 dipendenti entro il prossimo anno.

"Competitivi a livello globale"

"Abbiamo già stabilito con successo un punto d'appoggio in molti mercati internazionali e il debutto in Europa, puntando a ambiziosi obiettivi di vendita, è una pietra miliare importante. L’ennesimo passo necessario per diventare una casa automobilistica competitiva a livello globale”, dice Qiao Xianghua, ceo di Great Wall Motor Europe.

Coinvolgere i clienti

La strategia perché la nuova offensiva del costruttore al di fuori dalla Repubblica Popolare vada a buon fine è già stata messa a punto nei minimi dettagli. Prevede un approccio diretto con la clientela europea per soddisfarne appieno desideri ed esigenze.

Verrà costruita da Great Wall Motor una sorta di "comunità di co-creazione", sfruttando delle specifiche app Wey e Ora operative su una piattaforma dedicata, tramite la quale gli utenti saranno in grado di interagire con il marchio e i suoi veicoli.

"Vogliamo coinvolgere i nostri clienti direttamente nel processo di sviluppo del prodotto", spiega Qiao, ribadendo che per la vendita, assistenza, manutenzione e ricarica dei veicoli elettrici saranno creati dei "Brand Experience Centers", già in fase di costruzione a Monaco e a Berlino e operativi entro il 2022.

Le batterie di SVolt

L’ufficio europeo a Monaco di Baviera consentirà inoltre a Great Wall Motor di ampliare la cooperazione tra la sua sede centrale e i fornitori regionali lungo la catena di approvvigionamento. Tra questi il produttore di batterie SVolt, spin-off dello stesso colosso di Baoding e ora società high tech indipendente, intenzionato a investire due miliardi di euro per aprire due sedi in Germania nel Saarland. Serviranno a realizzare celle all'avanguardia, contando su una capacità di produzione pieno regime di 24 gigawattora corrispondenti ad un numero di accumulatori sufficienti a equipaggiare 500mila veicoli elettrici all'anno e a non lasciare a secco di energia le auto della arrembante Casa cinese.

Tag

Cina  · Europa  · Great Wall Motors  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

La rete di concessionari con sede a Milano importerà i modelli a batteria dei marchi Aiways, Weltmeister, Maxus, Seres e Karma. Partnership d'eccellenza anche con Microsoft