Ultimo aggiornamento  28 novembre 2021 19:23

Aiways U6, un suv per tutti.

Edoardo Nastri ·

La famiglia Aiways si allarga. Dopo il suv U5 il costruttore cinese di auto elettriche è pronto a fare debuttare la U6, coupé a ruote alte che arriverà nei principali mercati europei, Italia compresa, nel 2022. Come la U5 anche la U6 sarà prodotta nello stabilimento cinese di Shangrao che conta una capacità produttiva di 150mila unità all’anno, pronta a raddoppiare entro cinque anni a seconda della domanda.

Per il mercato italiano la U6 (come la U5) sarà importata dal gruppo Koelliker. Fondato nel 1936 e storicamente specializzato in marchi asiatici oggi conta cinque nuovi brand cinesi pronti al debutto nel nostro paese: Aiways, Maxus, Seres, Weltmeister e Karma. Attualmente Aiways vende la U5 in Germania, Paesi Bassi, Belgio, Danimarca, Francia e Italia. 

Design d'autore 

La U6 condivide la piattaforma elettrica Mas (More Adaptable Structure) con la U5, ma i progettisti hanno previsto una maggiore lunghezza di 5 centimetri rispetto alla sorella primogenita per un corpo vettura più affusolato e proporzioni sportive (4,73 metri di lunghezza, 1,86 di larghezza e 1,7 di altezza). La vettura è stata anticipata nel 2020 dalla concept car U6ion il cui design è stato supervisionato da Ken Okuyama già direttore creativo di Pininfarina nei primi anni 2000 e padre di molte sportive di successo, tra cui Ferrari Enzo e Maserati Quattroporte. “La U6ion è un coupé crossover a zero emissioni con una forma del corpo armoniosa ed emozionante per attrarre i giovani clienti anche in Europa", ha detto Dongfei Luo, capo progettista di Aiways.

La U6 condividerà il powertrain con la sorella U5, ma è possibile anche il debutto di una versione con doppio motore, uno per ciascun asse, e la trazione integrale con potenza maggiorata. Al lancio il suv coupé sarà spinto da un propulsore elettrico posizionato all’anteriore da 140 chilowatt (187 cavalli) per una coppia di 315 newtonmetri. Il sistema è alimentato da un pacco batterie da 63 chilowattora, per un’autonomia di circa 400 chilometri e buone prestazioni: lo 0-100 si fa in 7,6 secondi.

Segmento in crescita

La versione di serie della U6 ha conservato le diverse appendici aerodinamiche viste sulla concept, compreso il grande spoiler posteriore e gli elementi colorati presenti sui grandi cerchi da 22 pollici. Non mancano alcuni dettagli a favore di aerodinamica come le maniglie delle portiere a filo con la carrozzeria, il frontale con pochissime aperture per il raffreddamento del comparto tecnico e una linea del tetto piuttosto discendente verso la coda tronca. I risultati ci: secondo quanto dichiarato e nonostante si tratti di un suv, la U6 ha un coefficiente di resistenza all’aria di 0,26.

Per gli interni i progettisti hanno scelto un’impostazione ispirata all'aeronautica grazie alla presenza di un volante a cloche e di una maniglia posta all’estremità della consolle centrale da cui controllare i comandi del cambio. L’infotainment è trasmesso da un grande display centrale da 14,6 pollici, mentre la strumentazione, anch’essa digitale, è su uno schermo da 7 pollici.

La U6 arriva in un segmento in fase di popolamento e dovrà vedersela con modelli come Volskwagen ID.5, Volvo C40 Recharge, Audi Q4 e-tron Sportback, Ford Mustang Mach-E GT, nell’attesa dell’arrivo di Cupra Tavascan e Skoda Enyak iV coupé. La differenza la farà il prezzo: per l’Italia si punterebbe a stare sotto i 43 mila euro. 

Tag

Aiways  · Aiways U5  · Aiways U6  · Auto elettriche  · Suv coupé elettrici  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Crescono sempre di più i modelli a zero emissioni con questa architettura. Oggi se ne contano nove e nel 2022 ne arriveranno almeno altri due. Ecco quali sono

· di Edoardo Nastri

In vendita da agosto a meno di 40mila euro, è il primo veicolo a ruote alte e a batteria dalla Cina disponibile sui nostri mercati. Lo abbiamo guidato in Germania