Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2022 18:49

Kia, 11 elettriche entro il 2026.

Edoardo Nastri ·

L’impegno di Kia verso la sostenibilità cresce. La Casa coreana ha reso noti alcuni dei futuri step riguardo la strategia aziendale che la porterà a essere neutrale in termini di produzione di anidride carbonica in un orizzonte temporale di circa 24 anni. L’obiettivo è diventare un costruttore e fornitore di servizi di mobilità non inquinante né durante la fase produttiva né nel corso della vita delle vetture entro il 2045.

Domani a batteria, dal 2028 anche idrogeno 

La strada verso la mobilità elettrificata è sostenuta da una nuova gamma di veicoli, molti dei quali basati sulla piattaforma E-Gmp appositamente realizzata per le Kia solo a batteria. Nel corso del 2021 il piano di vendite di auto a zero emissioni è stato potenziato, passando dalle 500mila unità entro il 2030 a 880mila esemplari. Il costruttore coreano crede che per la fine del decennio oltre il 40% delle sue consegne a livello globale sarà composto da mezzi elettrici, ibridi plug-in o a idrogeno (dal 2028 entrerà in gioco, infatti, anche l'alimentazione a celle di combustibile). 

E i modelli? Saranno 11 le nuove Kia elettriche che arriveranno entro il 2026, di cui sette basate sulla E-Gmp. Dopo la berlina rialzata EV6 le cui vendite sono iniziate il mese scorso, il Salone di Los Angeles (17-28 novembre) vedrà il debutto della Concept EV9, prototipo che anticipa un suv elettrico di grandi dimensioni in arrivo nel 2022 e pensato prevalentemente per il mercato statunitense. Il 2023 sarà l’anno della EV4, crossover compatto elettrico anch’esso basato sulla E-Gmp, con l’Europa nel mirino.

In occasione della presentazione del piano, sono state svelate le prime immagini proprio della Concept EV9. Stile squadrato – per certe sue caratteristiche ricorda il suv full-size per gli Usa Telluride del 2019 – e volumi piuttosto robusti: “Nonostante le sue proporzioni importanti, questo veicolo è stato disegnato partendo dall’osservazione della natura e con l’obiettivo di rispettarla”, spiega Karim Habib, capo del design Kia dal 2019.

Addio alla pelle per i rivestimenti

La sostenibilità del progetto coinvolge il processo produttivo e i materiali utilizzati per la realizzazione degli interni. Da questo modello in poi la Casa coreana non offrirà più sedili in pelle sulle sue elettriche (ci sarà solo la “Vegan Leather”), proponendo rivestimenti derivanti dal riciclo di bottiglie di plastica o reti da pesca disperse negli oceani. “Il cambiamento parte dalle radici e la EV9 è solo uno dei modelli che ci porterà verso una profonda trasformazione”, ha concluso il designer libanese. 

Ma non finisce qui. Entro il 2040 tutti i modelli del marchio proposti nei mercati globali saranno elettrificati mentre per il continente europeo la data è stata fissata al 2035. Kia sta anche lavorando con i suoi fornitori per ridurre le emissioni di carbonio durante le fasi produttive dei vari componenti. Punto chiave del piano è l’utilizzo di acciaio verde (l'uso di combustibili fossili per la sua produzione è ridotto al minimo) perché, secondo quanto dichiarato dalla Casa, l’industria siderurgica produce emissioni molto elevate di CO2.

Tag

Auto elettriche  · elettrificazione  · Kia  · Kia Concept EV9  · Kia EV4  · Kia EV6  · Mobilità sostenibile  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Abbiamo guidato in Spagna l'elettrica coreana in versione a trazione posteriore con pacco batterie da 77,4 chilowattora e 510 chilometri di autonomia. Prezzi da 49.500 euro