Ultimo aggiornamento  28 gennaio 2023 17:55

Elettrico, i costruttori investono ma rischiano.

Paolo Odinzov ·

Secondo un'analisi di Reuters, le case automobilistiche globali stanno pianificando di spendere 515 miliardi di dollari nei prossimi 5-10 anni, per sviluppare e costruire nuovi veicoli a batteria, abbandonare progressivamente i motori a combustione e raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione sempre più rigorosi.

Questo nonostante nel settore vi sia comunque la forte preoccupazione che la domanda dei modelli elettrici possa essere ben al di sotto dei target fissati per rientrare dei costi, senza la spinta nelle vendite degli incentivi, e siano necessari grandi investimenti anche per potenziare le infrastrutture di ricarica e la capacità della rete.

Le previsioni negative di AutoForecast Solutions

Brian Maxim, responsabile delle previsioni globali sui propulsori di AutoForecast Solutions, paragona infatti gli impegni di investimento nell'elettrificazione alla Guerra Fredda: "Una volta che alcuni produttori hanno annunciato le loro strategie di elettrificazione, tutti gli altri hanno dovuto fare lo stesso per non mostrare di rimanere di indietro. Ciò significa che molti hanno pianificato volumi significativi per una categoria di veicoli ancora non considerati da una buona parte dei consumatori e che avranno un profitto minimo o nullo per anni”.

La spinta dai divieti di circolazione delle auto inquinanti

Tre anni fa la stessa Reuters aveva stimato una spesa inferiore intorno 300 miliardi di dollari. Gli incombenti divieti di circolazione delle auto inquinati in città come Londra e Parigi e in paesi dalla Norvegia alla Cina hanno però spinto i costruttori ad accelerare e incrementare gli investimenti nell’elettrico.

Tag

Auto Elettrica  · Incentivi  · Reuters  · 

Ti potrebbe interessare