Ultimo aggiornamento  05 dicembre 2021 09:23

Lamborghini, gita in pista per la Countach LP500.

Angelo Berchicci ·

Lamborghini ha consegnato al suo facoltoso (e finora anonimo) proprietario la Countach LP500, ricostruzione esatta del primissimo prototipo della supercar, presentata allo scorso Concorso d'Eleganza di Villa d'Este.

Shakedown in pista

Per l'occasione la Casa di Sant'Agata Bolognese ha organizzato uno "shakedown" in pista, in modo da far provare la vettura al suo proprietario prima della consegna. Il circuito scelto è quello utilizzato da Pirelli per i propri test, a Vizzola Ticino, in provincia di Varese. Pirelli è stata infatti uno dei principali partner di Lamborghini nella ricostruzione della LP500, per la quale ha realizzato su misura gli pneumatici, che adottano misure e design dell'epoca, ma con tecnologie moderne.

Proprio a Vizzola Ticino tester e ingegneri del Polo Storico Lamborghini hanno effettuato tutti i collaudi della vettura durante la sua fase di sviluppo (che ha richiesto oltre 25mila ore di lavoro). Mentre i normali restauri del Polo Storico vengono infatti testati su strada, nel caso della LP500 questo non era possibile, vista la segretezza del progetto. Nel corso degli ultimi tre anni Lamborghini ha quindi utilizzato il circuito Pirelli per tenere la vettura lontana da occhi indiscreti prima della sua presentazione.

Diversa dal modello di serie

La Lamborghini Countach LP500 è la riproduzione fedele della concept svelata al Salone di Ginevra del 1971, e demolita dopo alcuni anni. La vettura che ha fatto conoscere al mondo per la prima volta le forme disegnate da Marcello Gandini - nel 1971 direttore dello stile della Carrozzeria Bertone - è molto diversa dalla Countach LP400 che entrò in produzione nel 1974: ha telaio a pianale e non a tubi, è dotata di una sofisticata strumentazione elettronica, ed è equipaggiata con un 12 cilindri da 5,0 litri, un esemplare unico, realizzato appositamente dall'ingegnere Paolo Stanzani (da cui il nome LP500, mentre le LP400 di produzione montavano un V12 da 4,0 litri).

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

La LP 400 S protagonista del film “The Cannonball Run” è in mostra al National Mall di Washington. Sarà custodita (in formato digitale) presso la Biblioteca del Congresso