Ultimo aggiornamento  30 novembre 2022 02:26

Xiaomi, l’elettrica nel 2024.

Redazione ·

Dopo Apple e Foxconn un altro colosso della telefonia punta decisamente a entrare nel settore delle auto elettriche, Xiaomi. Iscritta solo il primo settembre di quest’anno al registro delle aziende di Pechino come costruttore, l’azienda ha accelerato sulla realizzazione della sua prima quattro ruote a batteria, tanto che il presidente Lei Jun ha appena rivelato che i progressi hanno di gran lunga superato anche le più rosee previsioni e che “la produzione di massa di veicoli inizierà nella prima metà del 2024”.

Il manager ha confermato che Xiaomi non intende essere da meno delle sue concorrenti che stanno guardando al settore delle vetture a zero emissioni e anzi ha ricordato come la sua azienda stia già costruendo un “ecosistema” intelligente, che va dagli smartphone agli elettrodomestici e che sarà integrato anche dai futuri veicoli.

Folla di aspiranti ricercatori

Dopo essersi iscritta come costruttore, Xiaomi Auto ha pubblicato una offerta di lavoro e in neanche due mesi ha ricevuto oltre 20mila curriculum e assunto 453 persone specificatamente per il riparto ricerca e design.

Alla fine dell’estate un blogger cinese esperto di tecnologia ha rivelato di contatti molto avanzati tra la stessa società asiatica e il fornitore di componenti per automobili francese Faurecia, segnale ulteriore della accelerazione impressa al progetto.

Le auto al telefono

Il settore della telefonia è molto interessato a entrare nel business delle quattro ruote. Se i progressi di Apple e del suo “Project Titan” sembrano essere ancora lontani dal portare a un prodotto definitivo, la taiwanese Foxconn, che con la “Mela” ha strettissimi rapporti di affari, ha presentato solo poche ore fa ben tre modelli di vetture – tra cui una “ammiraglia” disegnata con Pininfarina – che potrebbero arrivare a loro volta entro il 2025.

Tag

Apple  · Auto Elettrica  · Foxconn  · Xiaomi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

L’azienda auto cinese fondata nel 2016 sembrava destinata al ruolo di "anti Tesla". Invece, tra concorrenza spietata e pandemia, oggi è a un passo dal fallimento

· di Paolo Borgognone

L’azienda di Cupertino pubblica negli Usa un’offerta di lavoro: serve un ingegnere esperto di radar per il team che si sta occupando della guida autonoma

· di Paolo Odinzov

Si chiama Foxtron Vehicle Technologies e sfrutterà la piattaforma elettrica MIH della azienda taiwanese. Potrebbe essere il partner di Apple per l'attesa vettura di Cupertino