Ultimo aggiornamento  27 novembre 2021 09:33

Foxconn, i primi prototipi elettrici.

Angelo Berchicci ·

Il colosso taiwanese dell'elettronica Foxconn - noto per essere tra i principali partner di Apple - ha svelato a Taipei, nel corso dell'annuale "Hon Hai Tech Day", i suoi primi tre prototipi di veicoli a batteria. Si tratta di un'ammiraglia, la Model E (disegnata assieme a Pininfarina), una crossover, la Model C, e un autobus cittadino, il Model T. I veicoli sono stati presentati con il brand Foxtron, il marchio creato da Foxconn per i progetti in campo automotive.

L'ammiraglia dallo stile italiano

Senza troppi giri di parole, da Foxtron hanno fatto sapere che la berlina Model E mira a fare concorrenza alla Tesla Model S e alle recenti ammiraglie elettriche a marchio Nio, Lucid e Xpeng. Allo stile ha contribuito Kevin Rice, designer di Pininfarina, il quale ha definito la carrozzeria della vettura una "smart surface", in grado di comunicare con il mondo esterno.

Al momento la vettura non è stata svelata nel dettaglio, ma secondo Foxtron alzerà l'asticella per quanto riguarda l'offerta di contenuti tecnologici, tra cui vi sarà il riconoscimento facciale e una piattaforma IoT (Internet of Things). La Model E è accreditata di 750 cavalli, che le consentono uno 0-100 in 2,8 secondi, mentre il pacco batteria potrà garantire un'autonomia di 750 chilometri, grazie anche al grande studio fatto sull'aerodinamica (il coefficiente di penetrazione è di 0,22).

Un suv che punta sull'efficienza

La Model C è invece un suv che punta tutto sulla praticità, con soluzioni come le portiere posteriori che si aprono a 70 gradi, e sull'efficienza energetica. Anche in questo caso i dettagli tecnici sono stati comunicati con il contagocce: dell'auto sappiamo che accelera da 0 a 100 in 3,8 secondi e che è dotata di un sistema elettrico a basso assorbimento di energia, il quale le consente di percorrere 100 chilometri consumando solo 13,4 kilowattora, equivalente a una spesa di 0,015 euro per chilometro (in base ai prezzi dell'energia di Taiwan). Nessun dato, per ora, circa l'autonomia complessiva della crossover, che sfida la Tesla Model Y, ma anche vetture come la futura Fisker Ocean.

Un bus per le smart city

Il Model T è invece un autobus elettrico pensato per gli spostamenti urbani all'interno delle smart city di domani. E' infatti capace di connettersi con le infrastrutture esterne tramite il 5G, e presenta una serie di tecnologie inedite per quanto riguarda la climatizzazione interna (che non influisce sullo stato di carica della batteria) e la sicurezza, con proiettori che illuminano la traiettoria delle ruote, radar e sensori che avvisano il guidatore di potenziali ostacoli in anticipo. 

Grandi ambizioni

Tutti e tre i modelli, al momento sotto forma di concept, verranno introdotti a Taiwan a partire dal 2023, per poi essere lanciati sui mercati globali. Tuttavia, potrebbero non essere commercializzati con il marchio Foxtron, dal momento che l'azienda mira ad assemblare vetture per conto di terzi (un po' come fa Foxconn con con gli iPhone di Apple).

"Non siamo più gli ultimi arrivati nel settore dei veicoli elettrici. Abbiamo costruito gradualmente un'ampia rete di fornitori, e ora mostriamo al mondo i nostri hardware in campo automotive" ha dichiarato  Young Liu, capo di Foxconn Technology Group, il quale ha aggiunto che l'azienda mira a raggiungere una quota di mercato del 5% a livello globale nel settore dei veicoli a batteria entro il 2025. 

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Secondo un rapporto riportato da Reuters, i colloqui della "Mela" con Byd e Catl si sono arenati a causa di “difficoltà tecniche” per realizzare gli accumulatori

· di Angelo Berchicci

Il colosso taiwanese dell'elettronica, già partner di Apple (di cui assembla gli iPhone), ha rilevato da Lordstown Motors un impianto in Ohio per 250 milioni di dollari