Ultimo aggiornamento  04 dicembre 2021 18:48

Hyvia, la logistica diventa a idrogeno.

Redazione ·

Hyvia - la joint venture tra Renault e Plug Power, società americana che sviluppa sistemi di celle a combustibile, svela il primo di tre prototipi a idrogeno che arriveranno sulle strade nel corso dei prossimi anni. Ad aprire la fila è il Master Van H2-Tech, un grande furgone per il trasporto merci, con un volume di carico pari a 12 metri cubi e un’autonomia fino a 500 chilometri.

Il veicolo commerciale verrà assemblato in Francia nello stabilimento di Batilly, a partire dalla fine dell'anno in corso e sarà disponibile nel 2022. E' dotato di un motore elettrico da 30 chilowatt, una batteria da 33 chilowattora e serbatoi per una capacità totale di 6 chilogrammi di idrogeno (suddiviso in 4 serbatoi da 1,5 chili ciascuno).

Novità in arrivo

I successivi prototipi a zero emissioni in arrivo saranno il Master Telaio Cabinato H2-Tech - volume di carico ancora maggiore (19 metri cubi) e autonomia di circa 250 chilometri - e il Master Citybus H2-Tech, minibus urbano in grado di trasportare fino a 15 passeggeri, ideale per le aziende, i comuni e i servizi pubblici locali, capace di percorrere col pieno circa 300 chilometri.

Hyvia ha svelato anche il suo concept di stazione di ricarica a idrogeno che consentirà di proporre innovative soluzioni di distribuzione dove le infrastrutture sono ancora in fase di sviluppo.

"Sono orgoglioso - ha detto David Holderbach, ceo di Hyvia - di mostrare questi primi prototipi. Hyvia propone soluzioni di mobilità a idrogeno per un’offerta su misura per la clientela e rispondere alle sfide della mobilità a zero emissioni. Il suo ecosistema potrà essere esteso ai territori e alle flotte professionali con l'obiettivo della decarbonizzazione della mobilità".

Tag

Auto idrogeno  · HYVIA  · Renault  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La joint venture tra Renault e lo specialista di celle a combustibile Plug Power, ha presentato due nuovi prototipi a idrogeno per uso commerciale

· di Redazione

Intesa tra le due società per sostenere e incentivare la mobilità a zero emissioni attraverso investimenti infrastrutturali per ampliare la rete di distribuzione