Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 05:05

Kia Ev6, aliena a batterie.

Edoardo Nastri ·

MARBELLA – Basta un colpo d’occhio per capire che la EV6 - prima elettrica Kia costruita sulla piattaforma E-Gmp progettata solo per auto a batteria - è diversa da tutti gli altri modelli del costruttore coreano. Un’aliena che porta nuovi canoni estetici, forti doti di sportività e una tecnologia al livello delle blasonate premium per contribuire alla nuova immagine di Kia.

“La EV6 è il manifesto del nostro futuro elettrico. Entro il 2027 saranno undici le Kia a zero emissioni presenti sul mercato, sette di queste sfrutteranno la piattaforma E-Gmp”, dice David Hilbert, da pochi mesi responsabile marketing di Kia in Europa. Le vetture elettriche del marchio copriranno tutti i segmenti di mercato, dalle citycar sotto ai quattro metri di lunghezza ai suv di grandi dimensioni (5,1 metri di lunghezza).

Spinta costante 

L’architettura della EV6 (4,7 metri di lunghezza, 1,9 di larghezza, 1,5 di altezza con passo di ben 2,9 metri e 520 litri di spazio nel bagagliaio più 52 o 20 litri nel comparto anteriore) unisce le caratteristiche di diverse tipologie di auto: la posizione di guida rialzata la fa assomigliare a un crossover, la linea del tetto spiovente a una fastback mentre l’abitabilità è quella di una comoda berlina di rappresentanza.

Ci mettiamo al volante della EV6 in Spagna in un percorso misto tra strade urbane ed extraurbane tra Malaga e Marbella. La versione della prova è quella con maggiore autonomia tra le proposte: lo schema prevede un motore elettrico sull’asse posteriore da 168 chilowatt (229 cavalli) abbinato a un pacco batterie da 77,4 chilowattora per un’autonomia di 510 chilometri. I 350 newtonmetri di coppia della vettura garantiscono un’accelerazione e una ripresa non brutale ma efficace e costante che varia con le tre modalità di guida: Eco, Normal e Sport. Il caricatore di bordo della EV6 è da 11 chilowatt, mentre il sistema a 800 Volt ha potenza di picco di 239 chilowatt.

Nonostante non sia una piuma (la nostra versione supera le 2,1 tonnellate) la EV6 è agile e ben piantata a terra, merito anche del pacco batterie installato lungo il pianale che schiaccia il baricentro verso il basso. Molto comoda nell’uso urbano l’impostazione “i-Pedal” che consente, regolandone l’intensità dalle palette dietro al volante, di guidare utilizzando esclusivamente il pedale dell’acceleratore, sfruttando come freno la resistenza data dai sistemi di rigenerazione della energia.

La EV6 assorbe bene le asperità del terreno pur mantenendo un’impostazione generale abbastanza rigida a vantaggio del dinamismo e del piacere di guida. Durante la nostra prova il consumo medio registrato dal computer di bordo è stato di 20 chilowattora per 100 chilometri.

Cambia corsia da sola 

Così come gli esterni anche gli interni non assomigliano, al momento, a quelli di nessun’altra Kia. Il guidatore ha davanti a sé due grandi pannelli digitali curvi da 12,3 pollici riuniti in un unico elemento da cui si gestiscono strumentazione, infotainment e tutte le funzioni più importanti della vettura. Il sistema è intuitivo e chiaro nella grafica, mentre bisogna prendere un po’ di confidenza con la barra touch da cui si controllano  la climatizzazione e i sottomenù della interfaccia multimediale.

La Kia EV6 ha un pacchetto completo di sistemi di assistenza alla guida. L’Adaptive Cruise Control non è mai brusco negli interventi di frenata e accelerazione e lavora in coppia con il dispositivo per il mantenimento di corsia proponendo in alcune situazioni la guida autonoma di livello 2. In autostrada basta mettere la freccia e la EV6, se sussistono le condizioni necessarie, opera in autonomia lo spostamento di corsia. L’abitacolo è ben rifinito con materiali di qualità e ci sono alcune delle genialate presenti anche sulla cugina Hyundai Ioniq 5 (con cui la EV6 condivide la piattaforma) come la funzione Vehicle to Load che permette di ricaricare qualsiasi dispositivo elettronico da una presa di corrente tradizionale ai piedi del divanetto posteriore. Peccato per il mancato scorrimento della consolle centrale, un must della Ioniq 5.

In Italia la Kia EV6 è già ordinabile in diverse configurazioni di potenza con pacco batterie da 77,4 chilowattora. La Air è disponibile con trazione posteriore (229 cavalli) o integrale (325 cavalli), la GT-Line è offerta a quattro ruote motrici con 325 cavalli, mentre la top di gamma GT arriverà nel 2022 e avrà ben 585 cavalli. Prezzi di partenza da 49.500 euro

Tag

Auto elettriche  · Hyundai Kia  · Kia  · Kia EV6  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Faccia a faccia all'ultimo numero fra le elettriche di Volkswagen, Kia e Hyundai. Potenze, autonomie e prezzi di tre modelli che si contendono il segmento medio

· di Edoardo Nastri

“Sfugge alle categorie dei modelli di oggi”, dice il capo del design Karim Habib. Un po' berlina un po' crossover, l'elettrica coreana ha anche una versione sportiva