Ultimo aggiornamento  04 febbraio 2023 01:20

Andy Palmer, da Aston Martin alle colonnine.

Colin Frisell ·

LONDRA - Nuovo incarico per Andy Palmer. L’ex ceo di Aston Martin – che ha lasciato il posto a Gaydon a Tobias Moller nel 2020 dopo i risultati  deludenti della quotazione in borsa del costruttore – è stato infatti nominato direttore senior “indipendente” di Pod Point, società anglo-francese che sviluppa colonnine di ricarica per vetture elettriche.

L’assunzione di Palmer – che dopo Aston Martin ha guidato anche “Switch Mobility”, una start up che produce autobus a zero emissioni – arriva in contemporanea con la notizia, riportata dal canale Sky News inglese che Pod Point sta per quotarsi alla Borsa di Londra. L’Ipo – del valore di circa 900 milioni di euro e che è curata da realtà altamente specializzate come Bank of America, Barclays e Numis - dovrebbe essere ufficialmente annunciata la prossima settimana e l’ingresso dei titoli nel listino azionario si dovrebbe concretizzare entro la fine di novembre.

Interessi anche in Italia

Pod Point dispone, secondo i suoi canali ufficiali, di oltre 5mila punti di ricarica in Gran Bretagna ed è attiva capillarmente su tutto il territorio del Paese, anche grazie ad accordi con partner commerciali come le catene di supermercati Tesco e Lidl, nei cui parcheggi sono piazzate le sue colonnine, così come presso l’aeroporto londinese di Gatwick. L'azienda ha, però, come obiettivo dichiarato quello di espandersi in tutto il continente.

La start up, infatti, è entrata lo scorso anno nel gruppo francese dell’energia Edf, attivo anche nel settore delle stazioni di rifornimento di elettroni, che è in parte finanziato dal governo di Parigi. Il progetto è quello di accompagnare la sempre maggiore diffusione delle auto elettriche ampliando l’offerta ad altre aree in Europa, tra cui anche l’Italia, così come Belgio e la stessa Francia.

Tag

Andy Palmer  · Aston Martin  · Colonnine elettriche  · EDF Group  · Pod Point  · 

Ti potrebbe interessare

· di Edoardo Nastri

Secondo il magazine inglese Autocar, la posizione del ceo vacillerebbe a causa del mancato raggiungimento degli obiettivi di utile per 18 milioni di euro

· di Edoardo Nastri

Il costruttore inglese punta a uscire dall'impasse e tornare profittevole. Tra auto a batteria, nuove piattaforme e modelli inediti per crescere con margini e volumi

· di Paolo Odinzov

L'ad Tobias Moers ha annunciato il lancio di 10 nuovi modelli entro 2 anni. Tra questi diverse auto elettrificate con tecnologie fornite dalla Casa tedesca