Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 05:31

FIA Hill Climb Masters, italiani pronti.

Redazione ·

Sono ben 23 i piloti della “nazionale italiana di corsa in salita che parteciperanno – dall’8 al 10 ottobre – al FIA Hill Climb Masters, l’Olimpiade della velocità in montagna in programma a Braga in Portogallo. Quella azzurra sarà la rappresentativa più numerosa presente all’appuntamento biennale che fa seguito a quello del 2018 svoltosi proprio in Italia. L’edizione 2020 non si è potuta tenere a causa delle restrizioni per la pandemia.

Per la quarta volta, capitano degli italiani è Fiorenzo Dalmeri, presidente dell’Automobile Club Trento e membro della Commissione Hill Climb della FIA. I 23 drivers, tutti protagonisti di spicco della massima serie nazionale e di quella europea gareggeranno per le medaglie in quattro categorie e per la Coppa delle Nazioni,  la classifica a squadre dove vince la formazione più regolare, quella che ottiene la minor differenza tra le prestazioni dei singoli componenti. 

I piloti

Per l’Italia sono stati selezionati, tra gli altri, Simone Faggioli (Norma M20 FC Bardahl), Christian Merli (Osella FA 30 EVO Zytek), Domenico Cubeda (Osella FA 30 Zytek) e Alessandro Gabrielli (Alfa 4C Picchio Turbo).

Faggioli si è da poco aggiudicato per la 15esima volta lo “scudetto” del campionato italiano Velocità Montagna assoluto; Merli ha bissato nel 2021 il titolo europeo, Cubeda è neo campione italiano per la categoria Velocità Montagna gruppo E2SH, così come Gabrielli che ha da poco vinto il titolo nel  gruppo E2SH.

La carovana azzurra è composta – comprendendo le persone al seguito – da oltre 100 persone, una trasferta imponente che prevede un cospicuo impegno logistico e organizzativo, dove l’esperienza e la capacità logistica sono essenziali.

“I nostri piloti - ha sottolineato Fiorenzo Dalmeri - sono sempre protagonisti di spicco in ambito internazionale e lo hanno dimostrato con i risultati della stagione e le grandi gratificazioni arrivate dalle precedenti edizioni del Masters. Coordinare una squadra così numerosa è certamente motivante, sebbene si senta la responsabilità del compito che la Federazione mi ha confermato. Lo spirito di squadra emerge e i nostri piloti hanno delle ottime doti di guida ed anche umane. Tutto questo facilità il lavoro. Sono certo che porteremo con noi un’esperienza molto formativa, dalla quale speriamo che arrivino delle belle soddisfazioni sportive”.

La gara

Il FIA Hill Climb Masters 2021 vivrà la sua fase clou da venerdì 8 ottobre con le operazioni preliminari e le verifiche. Alle 18 in Praça de Repùplica, nel centro di Braga, ci saranno la sfilata e la cerimonia di presentazione delle rappresentative nazionali. Sabato 9 ottobre alle 10 al via la prima delle tre prove sui 2.970 metri di tracciato della rampa Falperra che coprono un dislivello di 141 metri con una pendenza del 6,2%, che si articola su 17 curve. Domenica 10 ottobre dalle 9 le tre manche di gara.

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il costruttore francese di Stellantis celebra la sua divisione agonistica fondata nell'81. Indimenticabili i trionfi al mondiale rally, 24 Ore di Le Mans e Parigi-Dakar