Ultimo aggiornamento  09 dicembre 2021 08:18

Jeep Grand Cherokee 2022, born in the USA.

Angelo Berchicci ·

Jeep ha tolto i veli alla quinta generazione della Grand Cherokee. Sul mercato dal 1992 per oltre 7 milioni di esemplari venduti, il modello ha rappresentato sin dal debutto l’apice dell’offerta Jeep, almeno fino a quest’anno, quando la Casa di Toledo ha rispolverato lo storico nome dell’ammiraglia Wagoneer.

Quest’ultima, tuttavia, non arriverà in Europa, dove il top di gamma del brand continuerà ad essere identificato con la Grand Cherokee, che nella nella nuova edizione, prodotta nello stabilimento di Detroit, cambia piattaforma e adotta l’elettrificazione grazie al powertrain ibrido plug-in 4xe. Questo pur rimanendo una vettura dall’anima profondamente “yankee”: linee massicce, tanto lusso e dimensioni da suv full size, senza dimenticare le prestazioni in offroad.

Sotto la pelle è tutta nuova

Il design della nuova Jeep Grand Cherokee era stato già anticipato dalla sua variante L a passo lungo e sette posti, per il momento riservata al mercato americano. La versione standard a 5 posti - o "two-row", come dicono oltreoceano - è lunga 4.9 metri, rimanendo sostanzialmente in linea con la precedente generazione, rispetto a cui però il passo è aumentato di 40 millimetri, a tutto vantaggio dell'abitabilità interna. 

Per quanto l'estetica sia rimasta piuttosto fedele agli stilemi muscolosi del modello, sotto la pelle la Grand Cherokee 2022 è tutta nuova. L'auto, infatti, abbandona il precedente pianale di origine Daimler per adottare una nuova piattaforma derivata dalla Giorgio, la stessa utilizza sull'Alfa Romeo Stelvio e sulla futura Maserati Grecale. 

Potenza ibrida

Negli Stati Uniti la Grand Cherokee sarà offerta con motorizzazioni tipicamente americane: un V6 3.6 Pentastar da 293 cavalli e 348 newtonmetri con sistema start&stop evoluto, e un V8 5.7 da 357 cavalli e 528 newtonmetri con possibilità di disattivare quattro cilindri, entrambe accoppiate a un cambio automatico a 8 rapporti.

A queste si aggiungerà la grande novità della quinta generazione, ovvero la versione plug-in hybrid 4xe, mossa dallo stesso powertrain della Jeep Wrangler, ovvero un quattro cilindri 2.0 turbo accoppiato a un'unità elettrica, per 375 cavalli, 637 newtonmetri di coppia e 40 chilometri in modalità zero emissioni. Quest'ultima sarà sicuramente commercializzata anche in Europa, e dovrebbe essere l'unica motorizzazione disponibile nel vecchio continente.

Schermi per tutti

Tutte le versioni saranno ovviamente dotate della trazione integrale, per la quale si può scegliere fra tre diversi sistemi, Quadra-Trac I, Quadra-Trac II e Quadra-Drive II, in base al livello di prestazioni in offroad che si richiede. Nuove sono anche le sospensioni pneumatiche Quadra-Lift e il sistema di gestione della trazione Select-Terrain.

Grande attenzione è stata data alla tecnologia, come dimostrano i numerosi schermi con cui la Grand Cherokee può essere equipaggiata. Quello principale dell'infotainment è di 10.1 pollici e integra la piattaforma UConnect 5, ma a richiesta ogni passeggero, compreso quello anteriore, può beneficiare di un display dedicato da 10.25 pollici, che integra sia Alexa sia Amazon Fire TV. Estremamente ricca la dotazione di sistemi Adas di serie. 

Per il momento non è stato comunicato il listino europeo della vettura, che verrà commercializzata negli Stati Uniti dalla fine del 2021, per arrivare ial di qua dell'Atlantico a 2022 inoltrato

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La divisione componenti di Stellantis porterà come da tradizione diverse concept su base Jeep e Ram allo show americano di Las Vegas dal 2 al 5 novembre

· di Paolo Borgognone

Il marchio Usa propone, insieme al produttore di strumenti musicali Wallace Detroit Guitars, una chitarra elettrica da 2.900 dollari e un inno dedicati alla Motor City