Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2021 05:08

Peugeot 308, ora lascia il segno.

Angelo Berchicci ·

CANNES - La precedente generazione di Peugeot 308, che ha debuttato nel 2013 ed è stata eletta auto dell’anno nel 2014, si è affermata come una delle compatte di maggior successo sul mercato (1,3 milioni di esemplari venduti, molti dei quali in Italia). Dalla sua aveva interni curati, una buona dotazione tecnologica e una linea sobria ed equilibrata, anche se non particolarmente incisiva. La nuova versione della compatta francese, oltre ad adottare per la prima volta l’elettrificazione, ne stravolge completamente l’immagine: ora la vettura è più bassa, filante, aggressiva e non passa di certo inosservata.

Maggiore personalità

La nuova 308 adotta a pieno l’ultimo linguaggio stilistico della Casa: il frontale è dominato dai sottili fari con tecnologia full led (di serie su tutte le versioni), da cui si sviluppa il tipico “graffio” luminoso. Al centro della grande calandra troviamo il nuovo logo Peugeot, che debutta proprio sulla 308, mentre il corpo vettura è più basso di 22 millimetri, favorendo la penetrazione aerodinamica e donando alla vettura un aspetto più sportivo nella vista laterale.

La nuova 308 sfrutta un’evoluzione della precedente piattaforma EMP-2, condivisa anche dalle recenti Opel Astra e DS 4, grazie alla quale la lunghezza cresce di 11 centimetri (4,36 metri) e il passo di 5,5 centimetri. Per quanto riguarda la versione station wagon, la lunghezza aumenta di 6 centimetri fino a 4,64 metri, mentre il passo resta invariato (2,73 metri).

Grande sensazione di qualità

All’interno si conferma la grande qualità dei materiali e la cura nei dettagli, quasi da brand premium, a cui Peugeot ci ha abituato negli ultimi anni. Il piccolo volante amplifica la sensazione di sportività e ora si integra meglio con la classica strumentazione rialzata “i-Cockpit”. Per la prima volta su una Peugeot scompare la leva della trasmissione automatica EAT-8, sostituita da un semplice pulsante sul tunnel centrale.

Lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori è buono, anche se il miglioramento dovuto all’aumento di passo non è così percepibile. Diminuisce leggermente il volume di carico, che passa da 420 a 412 litri, pur rimanendo un valore migliore della media nel segmento. Decisamente più adatta ai viaggi lunghi la versione station, grazie al maggiore spazio posteriore e al bagagliaio da 608 litri.

Piacevole alla guida 

Sulle strade della Costa Azzurra, la 308 ha dimostrato di non essere sportiva solo nell’aspetto. Il rollio è contenuto e l’auto è ben piantata a terra e pronta nei cambi di direzione, anche nella versione station wagon, che ha un’impostazione meno turistica di rivali come la Skoda Octavia. È un’auto che, volendo, sa anche far divertire, soprattutto se abbinata alle unità plug-in hybrid (sono disponibili, inoltre, versioni termiche a benzina e diesel). Quella da 225 cavalli è ormai una motorizzazione molto collaudata, mentre quella da 180 cavalli rappresenta un’inedita versione entry level del sistema ibrido Peugeot, che debutta proprio sulla 308.

Entrambi condividono lo stesso powertrain formato dal quattro cilindri 1,6 litri turbo, abbinato a un motore elettrico inserito all’interno del cambio automatico EAT8 e a una batteria agli ioni di litio che consente una percorrenza di circa 60 chilometri in modalità zero emissioni. La versione più equilibrata ci è sembrata proprio quella da 180 cavalli, che consente di risparmiare qualcosa sul prezzo di acquisto e sui consumi del motore termico, pur senza rinunciare alla prontezza di risposta dell’unità elettrica e a una buona spinta combinata dei due propulsori.

Grande attenzione è stata data alla tecnologia: l’auto è dotata di serie dello schermo touchscreen da 10 pollici con connettività Apple CarPlay e Android Auto, e può essere equipaggiata con tutti i sistemi Adas più moderni. Servono almeno 23.750 euro per la compatta e 24.750 euro per la station wagon, mentre per quanto riguarda le motorizzazione ibride plug-in si parte rispettivamente da 36.750 euro e 37.750 euro.

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La versione familiare della berlina francese è lunga 4,64 metri. Arriverà nelle concessionarie nei primi mesi del 2022, proposta anche nelle varianti plug-in 180 e 225 cavalli

· di Monica Secondino

La terza generazione della compatta arriva nelle concessionarie tra pochi giorni. Rinnovata esteticamente, crescono spazio e tecnologia. Prezzi da annunciare