Ultimo aggiornamento  27 ottobre 2021 05:08

De Tomaso, lo spirito di "Isabelle" nella P72 (VIDEO).

Luca Gaietta ·

Partire dalle origini per guardare avanti. Lo ha fatto De Tomaso - storica casa automobilistica fondata a Modena nel 1959 dal pilota italo-argentino Alejandro de Tomaso - appartenente oggi alla cinese Ideal Team Ventures Limited che ne è divenuta proprietaria nel 2017 dopo varie vicissitudini finanziarie che hanno portato più volte al fallimento e alla vendita all’asta del marchio.

Con Ideal Team Ventures Limited, De Tomaso ha ideato nel 2019 la P72, vettura sportiva ancora allo stato di prototipo e in fase di omologazione che rende omaggio alla P70 prodotta dalla stessa azienda nel 1965, ispirata alle auto da corsa di Le Mans degli anni Settanta.

Per portare a termine lo sviluppo della P72 il costruttore ha chiamato ora a far parte del suo team Carmen Jorda, figlia dell'ex driver José Miguel Jorda, una delle poche donne ad aver ricoperto un ruolo di pilota ufficiale con un team di Formula 1 (scuderia Lotus) e che ha corso nell'European Open Formula 3 Championship, dove ha raggiunto tre volte il podio, nell'American Indy Lights Championship e nella GP3 Series.

Due piloti e un sogno

Carmen Jorda appare in un filmato che De Tomaso ha diffuso nei giorni scorsi per annunciarne l'arrivo ma anche per onorare la storia del marchio che è una “storia d’amore” dice il ceo Ryan Berris. Una storia cominciata quando due piloti hanno dato vita a un sogno dopo essersi incontrati e poi sposati.

I due erano appunto Alejandro de Tomaso ed Elizabeth "Isabelle" Haskell. Quest’ultima, figlia di William C. Durant, manager e a sua volta discendente da uno dei fondatori della General Motors, arrivata dagli Stati Uniti in Europa per intraprendere la carriera di corridore automobilistico. Una scelta coraggiosa, in un mondo che rendeva, e forse rende ancora oggi, più difficile per una donna affermarsi, nonostante dimostri le stesse  capacità dei colleghi maschi. Insieme, "Isabelle" e Alejandro fonderanno la Casa che ancora oggi produce inimitabili supercar.

Di qui la scelta di battezzare con il nome della signora De Tomaso il prototipo P72, modello protagonista del video che, secondo Berris, “non solo racchiude in se lo spirito di Italia, Argentina e America, ma nasce per rendere onore proprio alla fondatrice, Isabelle. Una donna dall'indomito spirito combattivo, lo stesso che mostra oggi in pista la spagnola Carmen Jorda, capace a sua volta di sfidare e battere sul filo dei secondi ogni pregiudizio.

Tag

Alejandro de Tomaso  · Carmen Jorda  · De Tomaso  · P72  · 

Ti potrebbe interessare

· di Massimo Tiberi

Al Salone di Torino del 1970 il costruttore presenta un'auto disegnata da Tom Tjaarda che eccelle per comfort ed eleganza. Ne verranno costruite solo 244, prezzo oltre 8 milioni di...

· di Paolo Odinzov

Il consorzio Ideal Team Venture, che ha comprato il marchio modenese nel 2015, annuncia un prototipo chiamato Project P per il Festival di Goodwood in luglio