Ultimo aggiornamento  18 settembre 2021 13:44

Cina, troppi produttori di elettriche.

Paolo Odinzov ·

L’unione fa la forza e fa risparmiare, anche nel mondo dell’auto. Lo sostiene anche il governo cinese secondo il quale nella Repubblica Popolare ci sono troppi produttori di veicoli elettrici che vanno ridotti favorendo fusioni e ristrutturazioni aziendali.

100 miliardi di dollari in 10 anni

La causa del sovraffollamento sarebbe dovuta, secondo il ministro cinese dell'Industria e della Tecnologia Xiao Yaqing, agli elevati sussidi governativi, circa 100 miliardi di dollari negli ultimi 10 anni, che hanno portato nel Paese alla presenza di quasi 300 costruttori, molti dei quali legati con solide partnership anche a diverse case automobilistiche europee.

A rischio le piccole startup

Xiao Yaqing, sostiene che occorre un consolidamento dell'industria delle auto elettriche. Perché al momento tutti gli attori sono pieni di entusiasmo e l'industria delle e-car si è sviluppata enormemente. Ma il settore è molto tecnologico, pertanto le risorse dovrebbero essere utilizzate il più possibile orientate al mercato. Anche se questo, inevitabilmente, porterà alla scomparsa delle piccole startup che in molti casi hanno generato grandi idee contribuendo in modo significativo alla crescita del settore delle auto elettriche.

Tag

Auto elettriche  · Cina  · Start up  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

La Casa francese ha annunciato l'avvio di una nuova joint venture con il colosso, proprietario di Volvo e Lotus e partner di Smart. Il focus sarà sulle ibride per il mercato...