Ultimo aggiornamento  27 settembre 2021 02:30

Alfa Romeo GTS, effetto nostalgia.

Angelo Berchicci ·

La mai dimenticata Alfa Romeo Giulia GT è forse tra i modelli che più solleticano la fantasia degli appassionati, compresi designer ed elaboratori. Ne è una dimostrazione il fatto che la vettura del 1963 sia oggi la protagonista di numerosi revival, soprattutto restomod come quello elettrico della Totem Automobili e quelli più tradizionali dell'Alfaholics.

Quello che vi mostriamo in queste immagini, tuttavia, non è un progetto fisico ma una rielaborazione di fantasia, opera del graphic designer Guilherme Neves Araujo, che riprende i tratti fondamentali del modello disegnato da Giorgetto Giugiaro, e ne dà una propria interpretazione in chiave moderna. La concept che emerge dai render, chiamata Alfa Romeo GTS dal suo autore, mostra un look piuttosto equilibrato, con un piacevole mix di elementi presi dal passato e suggestioni futuristiche.

Vocazione sportiva

Larga, anzi larghissima, questa coupé non fa nulla per nascondere la propria vocazione sportiva: passaruota muscolosi, minigonne laterali che integrano dei deviatori di flusso, splitter anteriore pronunciato e un grande estrattore posteriore. L'aerodinamica è completata da un'apertura sul cofano anteriore che aiuta a creare deportanza, in maniera simile a quanto visto sul S-Duct di Ferrari.

I richiami al passato

Il frontale è la parte che rende esplicita l'ispirazione alla Giulia Gt, grazie al tipico scudetto Alfa Romeo, e ai due fari circolari (qui a led), ai cui estremi sono posizionate delle feritoie, ripetute anche nella parte posteriore, che riproducono la forma delle frecce presenti sulla Giulia Gt originale.

Da notare che l'intera parte anteriore, rifinita con la stessa tonalità nero lucido del particolare tetto "a bolla", appare completamente piatta e priva di prese d'aria, un dettaglio che rende la linea molto pulita e si ricollega con l'attuale trend dei frontali carenati nato dalle elettriche. Infine, gli specchietti sono sostituiti da piccole telecamere, e nella vista laterale aggiunge eleganza un profilo cromato che incorpora l'immancabile quadrifoglio verde.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Un nuovo restomod della storica coupé Alfa Romeo arriva da un'azienda tedesca. Sotto il cofano il V6 biturbo da oltre 500 cavalli dell'attuale Giulia Quadrifoglio

· di Edoardo Nastri

Sempre più prototipi vengono sviluppati esclusivamente in digitale per risparmiare su costi, tempi e osare un po' di più. Gli esempi di Pininfarina, Ford e Jaguar

· di Elisa Malomo

Sei dei diciotto telai realizzati ad Arese nel 1967 per la leggendaria vettura furono trasformati in altrettante "dream car" dalle migliori carrozzerie italiane, Bertone,...