Ultimo aggiornamento  21 ottobre 2021 00:22

Xpeng, direzione Europa.

Valerio Antonini ·

All’IAA Mobility di Monaco Xpeng - costruttore cinese di Guangzhou specializzato in veicoli elettrici - ha messo in mostra presso uno stand espositivo virtuale la sua gamma, con la quale intende affermarsi nel mercato occidentale, andando a sfidare come principale competitor Tesla. Il costruttore è già attivo in Norvegia, e ha piani per espandere la propria presenza commerciale anche in altri mercati europei

P7, berlina hi-tech e sportiva 

Il tour virtuale di Xpeng al Salone di Monaco inizia con la P7, ammiraglia dal look sportivo e con un telaio realizzato in collaborazione con un team di ingegneri tedeschi. L’auto si basa sulla piattaforma “skateboard” Sepa ideata dal costruttore cinese e porta in dotazione tutti i dispositivi più avanzati del costruttore, come la funzione di guida semi-autonoma (Advanced Driver Assistance System) dell’XPilot 2.5 e il sistema intelligente di assistenza alla navigazione Xmart OS con comandi vocali. 

Interessante anche il suv hi-tech G3, il primo modello realizzato dalla Casa nel 2018, ora aggiornato nella versione G3i "long range" con più autonomia, e la berlina P5, l'ultima vettura sviluppata da Xpeng, che rappresenta il suo modello entry-level (ha nel mirino la Tesla Model 3).

Vista dall’alto 

Il fiore all’occhiello delle tecnologie del marchio è l'ultima generazione (la quinta) del prototipo di auto volante a eliche X2, che potrà sorvolare le strade tradizionali per circa 35 minuti a una quota di mille metri e una velocità di crociera di 130 chilometri orari. Il mezzo misura 4.97 metri di lunghezza, che si riduce a 4.79 ripiegando i bracci delle eliche (dal diametro di circa 1.83 metri), 4.78 metri di larghezza e da 1.36 a 1.90 metri di altezza, per un peso complessivo di 560 chilogrammi.

Tecnologie a misura d’uomo 

Xpeng ha anche spiegato quali sono i principi cardine dell’azienda: “L’obiettivo è fornire soluzioni intelligenti di mobilità a misura d’uomo, realizzando veicoli che sfruttano direttamente l’esperienza umana in sinergia con quella dei software, e non sono solo basati sulla potenza di calcolo dell’hardware”. Le vetture del marchio cinese possono essere aggiornate grazie al firmware OTA (over-the-air) mentre le relative funzionalità si possono gestire anche da remoto con la specifica applicazione per smartphone e tablet.  

Tag

Elettriche  · IAA Mobility  · Xpeng  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

La Casa cinese ha presentato la sua nuova berlina a batteria. Lidar, telecamere e radar per la guida semi-autonoma. Autonomia dichiarata di oltre 600 chilometri