Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 13:37

IAA Mobility, tempo di nuova mobilità.

Edoardo Nastri ·

MONACO DI BAVIERA - Il Salone di Monaco (IAA Mobility) si è aperto ufficialmente. Per questa prima edizione (7-12 settembre) gli organizzatori hanno optato per una formula mista, divisa tra le più tradizionali postazioni fisse nella zona fieristica (Messe München) e gli eventi all’aperto nel centro della città, che la prossima settimana si trasformerà in uno spazio interamente dedicato alla mobilità tra test drive, conferenze e incontri con il pubblico.

Dalle auto alle bicilette, dai monopattini alle vetture d’epoca, il Salone di Monaco è, nei desideri degli organizzatori, “un nuovo evento inclusivo di tutti gli attori della mobilità di oggi e del futuro”. Il fermento nell’aria è palpabile: per la prima volta il salone in Baviera sostituisce quello storico di Francoforte, in carica da settant’anni.

I grandi assenti

Come prevedibile il comune denominatore di tutti i costruttori che hanno deciso di prendere parte all’iniziativa sarà la presentazione dei loro ultimi progetti. Il tema esplorato dalla grande maggioranza è quello della mobilità sostenibile, tra concept car, nuovi modelli di serie e annunci per il futuro grandi almeno quanto gli assenti di questa prima edizione: spiccano Toyota, Jaguar Land Rover e l’intero gruppo Stellantis

I premium: berline di rappresentanza e veicoli urbani

Audi presenta alla kermesse bavarese la concept car Grandsphere, seconda, dopo la Skysphere, di un trio di prototipi che mostrano il futuro del marchio premium tedesco. Design da berlina di rappresentanza pur con un certo dinamismo nelle forme, tecnologia di ultima generazione e guida autonoma di livello 4: la Grandsphere ha un motore da 530 chilowatt, un enorme pacco batterie da 120 chilowattora ed è basata sulla piattaforma PPE progettata per i modelli elettrici più lussuosi del gruppo Volkswagen. 

Il tema della massima efficienza propulsiva e progettuale è trattato anche da Bmw con due novità di particolare interesse. Sullo stand e per le strade di Monaco ci saranno alcuni esemplari della iX5 Hydrogen, versione di serie della X5 a idrogeno presentata come concept car nel 2019 con il nome di Hydrogen Next. Il costruttore premium, che proprio nella città bavarese ha la sua sede, svelerà anche la i Vision Circular, concept car elettrica riciclabile al 100%.

Numerose novità anche per Mercedes-Benz. Il costruttore di Stoccarda porta all’IAA Mobility la berlina elettrica EQE, seconda vettura, dopo l’ammiraglia EQS, ad essere costruita sulla piattaforma EVA per auto a zero emissioni. Se il debutto della Classe C All Terrain è già stato annunciato, alla kermesse bavarese sono in mostra a sorpresa anche la EQG concept, prototipo che anticipa le forme della prossima Classe G elettrica, e la EQS Suv elettrica firmata da Maybach. 

Grande attesa anche per una possibile concept car Porsche. Il costruttore tedesco ha diffuso qualche giorno fa un’immagine di un proiettore chiaramente ispirato nelle forme a quello di Taycan e Taycan Cross Turismo, smuovendo subito gli animi degli appassionati. Il riserbo, al momento, è massimo.

Il nuovo corso di Renault e Dacia

L’evento di Monaco è prezioso per il gruppo Renault per mostrare i primi prodotti figli del piano di rinascita “Renaulution” studiato dal ceo Luca de Meo per uscire da una grave crisi. A dominare lo stand Renault troviamo la Mègane E-Tech Electric, basata sulla nuova piattaforma CMF-EV e pronta a inaugurare un nuovo corso stilistico per il marchio francese. Rivedremo anche la R5, concept car che anticipa un modello di serie per il 2023.

Novità anche per Dacia. Arriva la Jogger, suv medio che dal 2022 avrà il compito di sostituire in un colpo solo ben tre modelli dell’attuale gamma Dacia: Dokker, Logan MCV e Lodgy. Secondo quanto dichiarato, la Jogger sarà una vettura dedicata espressamente alle famiglie e verrà proposta in versione a cinque o sette posti.

A Monaco è debutto anche per Mobilize, società del gruppo Renault dedicata all’offerta di servizi di nuova mobilità. Oltre alla Limo, prima vettura del brand per il ride hailing, Mobilize dovrebbe svelare anche parte dei veicoli che comporrà la sua flotta per car sharing e logistica.

Il futuro a idrogeno di Hyundai

Hyundai mostra al salone la sua visione sulla mobilità a idrogeno. Per l'occasione il costruttore coreano ha organizzato il forum Hydrogen Wave Global Forum, dove verranno comunicati i piani aggiornati dell'azienda sul tema e presentati alcuni nuovi modelli della flotta a idrogeno. Possibile l'arrivo anche di una concept car alte prestazioni alimentata dal sistema fuell cell. 

I suv di Volkswagen e Kia

Non mancano le novità a ruote alte per assecondare le richieste incessanti del mercato verso questa architettura. Volkswagen porta al debutto la ID.5 GTX suv coupé elettrico e terzo modello del marchio dopo ID.3 e ID.4 ad essere costruito in serie sulla piattaforma Meb. Se il frontale mostra i fondamentali della ID.4, tutto cambia al posteriore: la linea del tetto si posa veloce sul retro favorendo l’installazione di uno spoiler e conferendo alla vettura un maggiore dinamismo stilistico. Sarà disponibile con i motori più potenti abbinati alla trazione integrale. Il costruttore tedesco ha inoltre in programma la presentazione di una concept car che anticipa forme e contenuti di un modello compatto.

Volkswagen ha portato al debutto anche la ID.Life, concept car elettrica e auto più piccola della famiglia ID che anticipa le forme di un modello dedicato alle percorrenze urbane. La vettura sfrutta, come le sue sorelle maggiori, la piattaforma Meb nativa elettrica. 

Debutta all’IAA Mobility anche la quinta generazione della Kia Sportage, la vettura del costruttore coreano di maggior successo in Europa dal lancio avvenuto nel 1993. Il suv arriverà sul mercato a fine anno ed è stata realizzata una versione specifica per il Vecchio continente più compatta e filante: la lunghezza è di 4,5 metri, il passo di 2,68, la larghezza di 1,86 e l'altezza di 1,64. Il bagagliaio è grande: 590 litri di capacità dichiarata. Design inedito, tecnologia e motori benzina e diesel tutti elettrificati tra mild hybrid, full hybrid o plug-in.

Le compatte originali di Smart, Cupra e Mini

A Monaco c’è spazio anche per le auto cittadine. Vent'anni dopo il debutto della rivoluzionaria Fortwo, Smart espone un suv compatto 100% elettrico. Si tratta del primo modello nativo a batteria del brand, nonché della prima vettura realizzata dalla joint-venture tra Daimler e il gruppo cinese Geely e sarà la Smart più grande mai commercializzata fino a questo momento: ha una lunghezza di 4,36 metri di lunghezza. 

La Cupra UrbanRebel è una compatta da corsa frutto delle esuberanti matite del centro stile del marchio spagnolo, guidate da Jorge Diez. Dietro i volumi eccentrici e un alettone mastodontico si nasconde la citycar elettrica del gruppo Volkswagen che arriverà nel 2025, e vedrà della parenti anche con i brand Seat, Skoda e Volkswagen. 

Mini mostra al pubblico la concept car Mini Strip, realizzata in collaborazione con lo stilista Paul Smith: un vero e proprio omaggio all’essenzialità e alla leggerezza tra colori accesi e soluzioni di stile particolarmente eccentriche. Sullo stand ci sarà anche la Mini Pacesetter, sportiva elettrica e safety car della Formula E.

I marchi cinesi

Se la grande maggioranza dei partecipanti è composta da marchi europei, non mancano i brand cinesi con piani di sviluppo per il futuro in Europa. Nio, Saic, Wey e Ora (gruppo Great Wall), Xpeng e Leapmotor mostrano sugli stand le loro ultime novità, tra elettrificazione e nuove tecnologie d'interfaccia uomo-macchina. 

Tag

Audi  · BMW  · Groupe Renault  · Gruppo Volkswagen  · IAA 2021  · IAA Mobility  · IAA Monaco  · Mercedes-Benz  · Salone di Monaco  · Saloni dell'auto  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Il Salone di Monaco, in programma dal 7 al 12 settembre è stato visitato da oltre 400mila spettatori. Premiata la formula degli stand in città e le sessioni di test

· di Angelo Berchicci

A Monaco va in scena la corsa all'elettrificazione. Ma per le esigenze della mobilità futura, l'industria - anche quella a batteria - è solo una parte dalla risposta

· di Edoardo Nastri

Tema comune allo IAA è la preoccupazione per la crisi dei semiconduttori, che pone l'industria davanti a nuove incognite. Per alcuni ceo potrebbe protrarsi fino al 2023

· di Edoardo Nastri

Al Salone di Monaco arriva il primo modello della “Renaulution”. “E’ la GTI delle auto a zero emissioni”, dice il ceo Luca de Meo. Fino a 470 km di autonomia

 

· di Paolo Odinzov

Il costruttore rumeno ha svelato una nuova vettura a 5/7 posti che è un mix tra una wagon, una multispazio e un suv. Sulle strade a febbraio, dal 2023 sarà anche ibrida

· di Angelo Berchicci

La concept, che sarà mostrata dal vivo durante l'IAA di Monaco, anticipa le linee della futura utilitaria a batteria del brand spagnolo, prevista per il 2025

· di Edoardo Nastri

La concept elettrica anticipa i contenuti stilistici e tecnici delle ammiraglie di domani del marchio tedesco. Massimo comfort, tanta tecnologia e guida autonoma di livello 4