Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 04:16

Lordstown, i piani del nuovo ceo.

Redazione ·

Un nuovo inizio per Lodstown. E’ quello che si augura Daniel Ninivaggi, appena nominato ceo del costruttore di pick up a batteria americano, che spera di lasciarsi definitivamente alle spalle un periodo decisamente complicato. “Il nostro primo obiettivo – ha detto il nuovo manager in un’intervista alla Reuters – è quello di lanciare con successo il nostro primo pick up, l’Endurance, superando tutti gli ostacoli burocratici che abbiamo dovuto affrontare. Non è un programma innovativo ma è quello che dobbiamo fare”.

Ninivaggi conferma quanto già detto dalla società nel brevissimo incontro con gli investitori di una settimana fa, durato appena una manciata di minuti, cioè che la produzione di una piccola quota di Endurance inizierà in settembre, in attesa dell’omologazione definitiva da parte degli Enti federali preposti che dovrebbe arrivare tra dicembre 2021 e gennaio 2022. “Nello stesso periodo – ha detto il ceo  - lavoreremo per raccogliere ulteriori fondi. Se riusciremo a far conoscere agli investitori la nostra storia e gli obiettivi che abbiamo raggiunto, presto avrò molti nuovi amici”.

Tanti guai

Il 57 enne Ninivaggi – che ha lavorato fra le altre per Hertz e nel settore automotive di Navistar - prende il posto del fondatore della società e maggiore azionista, Steve Burns, dimessosi da amministratore delegato di Lordstown nel mese di giugno, a seguito di un'indagine dello “short seller” Hindenburg Research che avrebbe dimostrato come il manager avrebbe gonfiato le richieste di pre-ordini del pick up per influenzare gli investitori, raccogliere nuovi fondi e sostenere il titolo in Borsa. Insieme a lui ha rassegnato le dimissioni anche il cfo della società, Julio Rodriguez.

David Hamamoto, presidente del comitato di ricerca e responsabile del consiglio di amministrazione della Lordstown, in una dichiarazione si è detto “entusiasta della nomina di Dan. Siamo rimasti impressionati dal suo ampio background automobilistico, dal curriculum, dal pensiero strategico e dal talento di leadership orientato al team. Inoltre, la sua esperienza nei mercati dei capitali e la sua competenza in materia di investimenti saranno inestimabili nella crescita dell'azienda”.

Il titolo in borsa del costruttore di pick up a batteria – che la scorsa settimana aveva raggiunto il minimo delle ultime 52 settimane -  è schizzato in alto dopo la notizia della nomina di Ninivaggi, guadagnando fino a oltre il 41%.

Tag

Daniel Ninivaggi  · Endurance  · Lordstown  · Pick up elettrico  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il costruttore ha venduto la fabbrica per 20 milioni di dollari ma, dopo i fulmini di Trump, ora aiuta il nuovo proprietario a farla diventare "l'epicentro elettrico dell'Ohio"