Ultimo aggiornamento  15 ottobre 2021 22:49

Lamborghini Countach, atto secondo (VIDEO).

Angelo Berchicci ·

Nella cornice della Monterey Car Week Lamborghini ha svelato la nuova Countach, reinterpretazione moderna dell'icona disegnata da Marcello Gandini, a 50 anni esatti dal suo primo debutto in veste prototipale (era il Salone di Ginevra del 1971). La rinata Countach omaggia l'antenata tramite numerosi richiami nel design, coniugati con contenuti all'avanguardia, come il powertrain mild hybrid derivato da quello dalla Sián.

Sempre V12 ma ora è mild hybrid

Il nome completo dell'ultima nata della Casa di Sant'Agata Bolognese è Countach LPI 800-4, e come tutti i nomi adottati da Lamborghini dice molto sulla vettura in questione. "LP" sta per longitudinale posteriore, e si riferisce ovviamente al posizionamento del tradizionale V12 aspirato di 6,5 litri (il che tradisce la parentela con la Aventador), nella più performante versione da 780 cavalli.

La "I" è una novità nella nomenclatura Lamborghini e indica la natura ibrida dell'auto, che al motore endotermico associa un'unità mild hybrid a 48 volt, in grado di fornire ulteriori 34 cavalli, la quale è alimentata non da una batteria agli ioni di litio ma da un supercondensatore. Di fatto, si tratta di un powertrain analogo a quello adottato dalla prima Lamborghini elettrificata, la Sián.

Prestazioni impressionanti

La sigla "800-4" indica la presenza della trazione integrale e la cavalleria totale, che però nel nome è stata arrotondata per difetto, visto che in realtà la potenza massima di sistema è di 814 cavalli, mentre la coppia è di 750 newtonmetri. Numeri in grado di proiettare la vettura da 0 a 100 in 2.8 secondi, da 0 a 200 in 8.6 secondi, e farle toccare una velocità massima di 355 chilometri orari.

Infine, il termine "Countach", l'eccezione alla regola che vede i modelli Lamborghini adottare nomi di tori da combattimento. Si tratta, infatti, di un'espressione di stupore in dialetto piemontese, pronunciata - come venne riferito dallo stesso Gandini - da un addetto della Bertone la prima volta che vide la concept del 1971. 

I richiami all'antenata

Esteticamente la nuova Countach riprende dall'antenata la linea del frontale a cuneo, oltre a numerosi dettagli come le prese d'aria laterali NACA, o i gruppi ottici anteriori di forma rettangolare, ora a led. Scompaiono invece i proiettori pop-up, sostituiti da sfoghi per la fuoriuscita dell'aria. Al posteriore spiccano i quattro scarichi circolari ravvicinati.

Presenti, ovviamente, le portiere con apertura verticale "a forbice", non una novità perchè proprio a partire dalla Countach originale (la prima auto di serie ad adottarle) questa soluzione è rimasta una tradizione di tutte le sportive V12 di Sant'Agata Bolognese. In linea con quanto visto sui più recenti modelli della Casa gli interni, che ricordano quelli della Sián.

La Lamborghini Countach LPI 800-4 sarà prodotta in soli 112 esemplari, con un prezzo che parte da 2 milioni di euro. Prime consegne previste per inizio 2022.

Ti potrebbe interessare