Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 14:02

Plug-in, ecco le berline ad alte performance.

Angelo Berchicci ·

L'ibrido plug-in non è solo un modo ecologico e sostenibile per spostarsi da un punto A a un punto B (soprattutto se si usa spesso la modalità elettrica). Può essere anche una soluzione "furba" per godere di vetture potenti e con prestazioni da sportive, ma a costi di gestione inferiori.

Le ibride, infatti, non pagano il bollo in molte regioni, e anche quando il periodo dell'esenzione termina, l'importo della tassa di possesso viene calcolato solo sulla base dei kilowatt espressi dal motore endotermico, il che permette in molti casi di non incappare nel superbollo che si paga oltre i 185 kilowatt (vale a dire 251 cavalli), pur avendo vetture con una potenza di sistema nettamente superiore, grazie all'apporto dell'unità elettrica. Vediamo quali sono le berline "alla spina" che promettono prestazioni emozionanti.

Audi A6 55 2.0 TFSIe quattro

Sotto il cofano troviamo il noto quattro cilindri turbo-benzina a iniezione diretta 2.0 TFSI, che grazie all'unità elettrica inserita nel cambio automatico S tronic a 7 rapporti arriva a erogare una potenza massima di 367 cavalli e una coppia di 370 newtonmetri. I 2.085 chili della berlina di Ingolstadt vengono così proiettati da 0 a 100 in 5,6 secondi (la S6 3.0 TDI da 344 cavalli fa poco meglio: 5 secondi netti). Completa la dotazione la trazione integrale permanente quattro. L'auto è in grado di percorrere circa 50 chilometri a zero emissioni, un valore comune a tutte le vetture di questa tipologia. Prezzi da 75.100 euro.

Bmw 545e xDrive

La berlina di Monaco sfoggia un 6 cilindri in linea da 3,0 litri, che abbinato al propulsore elettrico genera la bellezza di 394 cavalli e 450 newtonmetri di coppia. Anche in questo caso la trazione è affidata al sistema a quattro ruote motrici xDrive, mentre come trasmissione è impiegato un cambio automatico a 8 rapporti. Per lo 0-100 bastano 4,6 secondi, la velocità massima è autolimitata a 250 chilometri orari. Prezzi da 75.040 euro.

Mercedes E300 e 4Matic

A muovere la vettura di Stoccarda troviamo uno schema per certi versi simile a quello delle altre due rivali tedesche: un quattro cilindri turbo da 2,0 litri e un'unità elettrica, per una potenza complessiva di 320 cavalli e 350 newtonmetri di coppia. Trasmissione automatica a 9 rapporti, 0-100 in 5,7 secondi e trazione integrale 4Matic, ma - a differenza delle altre vetture di questa comparativa - può essere scelta anche con la sola trazione posteriore. Prezzi da 68.520 euro (da 65.714 euro per la trazione posteriore).

Peugeot 508 PSE

E' l'unica berlina non di categoria premium, ed è anche quella più elettrificata tra le sue rivali. A spingere la 508 PSE (la Peugeot di serie più potente di sempre) troviamo un’unità elettrica che eroga 110 cavalli, inserita tra il 1.6 benzina PureTech da 200 cavalli e il cambio automatico a otto rapporti EAT8. Rispetto alla normale versione plug-in della 508, la PSE (Peugeot Sport Engineered) adotta anche un secondo motore elettrico da 113 cavalli sull’asse posteriore, realizzando un sistema di trazione integrale senza collegamenti meccanici. La potenza di sistema è di 360 cavalli, la coppia è di 520 newtonmetri e lo 0-100 viene bruciato in 5,2 secondi. Prezzi da 69.450 euro.

Volvo S60 T8 Recharge Polestar Engineered

La berlina svedese può vantare un 4 cilindri turbo da 2,0 litri che raggiunge i 318 cavalli grazie all'unità elettrica, e soprattutto una messa a punto opera della Polestar, azienda collegata a Volvo e specializzata tanto nelle competizioni quanto nei powertrain a batteria. Il cambio è automatico a 8 rapporti, la trazione integrale permanente e la coppia è di 430 newtonmetri, per uno 0-100 in 4,4 secondi. E' quella con la velocità massima più bassa: come tutte le Volvo si ferma a 180 chilometri orari. Per averla servono almeno 66.850 euro.

Tag

Berline  · berline plug-in  · ibride plug-in  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

A dirlo il ceo di Daimler Källenius e quello di Hyundai Europe Col, secondo i quali le moderne vetture Phev possono viaggiare in città quasi sempre a zero emissioni