Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 14:32

L’auto Usa rimette la mascherina.

Paolo Borgognone ·

Gli operai e il personale degli stabilimenti dei costruttori automobilistici dell’area di Detroit negli Stati Uniti - indipendentemente dallo stato vaccinale - devono indossare di nuovo obbligatoriamente le mascherine sul posto di lavoro. La decisione è stata presa dalla “Covid-19 Joint Task Force”, che riunisce i rappresentanti del sindacato, di General Motors, Ford e Stellantis e arriva dopo che i Centers for Disease Control and Prevention del Michigan, la scorsa settimana, hanno raccomandato che anche i vaccinati coprano il viso in luoghi pubblici al chiuso dove c'è il rischio di una diffusione significativa del virus. L'obbligo di indossare sistemi di protezione individuali sul posto di lavoro era stato sospeso solo a luglio 2021. 

"Sappiamo che le mascherine possono essere scomode, ma la diffusione della variante delta e i recenti dati che delineano un tasso allarmante di trasmissione tra i non vaccinati sono una grave minaccia per la salute", ha detto la task force in una dichiarazione congiunta. "Più i nostri membri, i colleghi e le loro famiglie sono vaccinati, più velocemente possiamo sconfiggere questa pandemia mortale”.

I tre costruttori non richiedono ai dipendenti di essere obbligatoriamente vaccinati, anche se questa scelta è fortemente incoraggiata.

Tutti uniti

Le case automobilistiche di Detroit e il loro più importante sindacato si uniformano così alle decisioni di alcune delle più grandi aziende americane che hanno preferito reintrodurre l’obbligo di mascherina mentre i casi di Covid-19 aumentano, specialmente negli stati con tassi di vaccinazione più bassi. Tra queste, Target, Walmart e Sam's Club hanno imposto la protezione ai dipendenti indipendentemente dallo stato di vaccinazione. La catena di supermercati Kroger "incoraggia fortemente tutti gli individui" a indossare maschere nelle sue strutture.

Anche la Wayne State University - sempre a Detroit - ha annunciato l’obbligo da martedì scorso almeno fino a metà settembre, unendosi all'Università del Michigan e alla Michigan State University. Tutti e tre gli istituti richiederanno agli studenti di essewre vaccinati prima della ripresa della attività didattica.

Quasi la metà dei residenti del Michigan vive in contee in cui i Centers for Disease Control raccomandano il mascheramento in spazi affollati o al chiuso. Il governatore Gretchen Whitmer, tuttavia, ha detto che non ha intenzione di ripristinare un obbligo in tal senso, e continua a spingere sulla campagna vaccinale. Attualmente il 63,8% di quanti vivono nello stato, dai 16 anni in su, ha ricevuto almeno una dose di un vaccino.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il presidente Usa atteso giovedì negli stabilimenti in Michigan del costruttore dove sono ferree le regole contro il contagio. Stavolta seguirà i protocolli?