Ultimo aggiornamento  03 dicembre 2022 02:20

Bmw, primo semestre record.

Redazione ·

Primo semestre 2021 da record per Bmw. Il marchio bavarese ha registrato ricavi per 7,6 miliardi di euro e un aumento del fatturato fino a 55,4 miliardi di euro (+28%) . Nella prima metà dell'anno, sono stati venduti 1.339.047 veicoli dei marchi Bmw, Mini e Rolls-Royce (nuovo miglior risultato di sempre per il gruppo) con un aumento di quasi il 40% rispetto all'anno precedente (2020: 962.575 unità).

A questo risultato hanno contribuito tutte le principali regioni. In Europa, le consegne ai clienti nel primo semestre sono aumentate di oltre un terzo (+35,4%) a 504.834 unità. Nelle Americhe sono state vendute complessivamente 225.144 automobili, di cui 184.436  negli Usa (+52%). In Asia, il numero di veicoli commercializzati a metà anno ammonta a 580.351 unità, +39,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e la crescita è sostenuta soprattutto in Cina dove il gruppo ha registrato nel semestre un aumento del 42,0% a 467.956 unità.

Bmw ha sottolineato in una nota come i risultati siano arrivati nonostante la crisi dei chip che rischia di colpire più duramente nella seconda parte dell’anno. Il gruppo ha poi confermato di avere avuto nel semestre un leggero calo del personale: il numero di dipendenti è sceso del 4%, da gennaio a 120.726.

La scommessa elettrica

A dare forte impulso alla crescita è stata soprattutto la sostenuta domanda di veicoli elettrificati. Tra gennaio e giugno 2021, sono stati consegnati ai clienti 153.243 veicoli completamente a batteria e ibridi plug-in (2020: 61.652 unità), con un aumento del 148,6% rispetto ad un anno prima

Proprio la sfida alla elettrificazione è al centro della strategia globale per raggiungere una mobilità sostenibile e senza emissioni. Dopo il successo del lancio sul mercato della Bmw iX3, in autunno arriveranno i modelli completamente elettrici i4 e iX, tutti equipaggiati con le prime potenti varianti della nuova gamma di motori elettrici. Nei prossimi due anni, l'elettrificazione coprirà quasi l'intera gamma di prodotti, tanto che - fino al 2025 - il Gruppo intende aumentare le sue vendite di veicoli 100% a zero emissioni di una media di oltre il 50% all'anno, consegnando ai clienti circa due milioni di mezzi elettrici entro la metà del decennio.

La piattaforma "Neue Klasse" è destinata a svolgere un ruolo chiave in questa transizione. Dalla metà del decennio in poi, tutti i futuri modelli del Bmw Group condivideranno le qualità principali della nuova architettura del veicolo, progettata per i sistemi di propulsione elettrica. La "Neue Klasse" sarà caratterizzata da un'architettura hardware e software completamente ridefinita, una potente generazione di sistemi di propulsione elettrica e batterie di nuova concezione, oltre che da un più alto livello di sostenibilità per l'intero ciclo di vita.

Le parole di Zipse

Commentando i risultati del semestre, il ceo del gruppo Oliver Zipse ha detto: “La nostra performance ha beneficiato della forte domanda dei clienti durante la prima metà dell'anno, permettendoci di ottenere una crescita significativa. Tuttavia, alla luce di una serie di rischi prevalenti, tra cui i prezzi delle materie prime e la carenza di semiconduttori, il secondo semestre sarà probabilmente più volatile. Nonostante queste sfide nel breve, rimaniamo concentrati sulla strategia a lungo termine per sfruttare la nostra grande forza innovativa e la redditività sostenibile come base per plasmare con successo la trasformazione del settore. Nel fare ciò, siamo impegnati a trovare le migliori soluzioni tecnologiche per portare avanti il progresso della connettività digitale e della mobilità sostenibile".

Tag

BMW  · Neue Klasse  · Oliver Zipse  · 

Ti potrebbe interessare