Ultimo aggiornamento  25 settembre 2021 20:57

Gm e Ford, diatriba sulla guida assistita.

Redazione ·

General Motors e la sua filiale Cruise – che si occupa di robotaxi e di sviluppo dell’auto autonoma – hanno intentato una causa legale per impedire a Ford di usare il nome "BlueCruise" per commercializzare la sua tecnologia di guida “a mani libere”.

In una dichiarazione, Gm sostiene che l'uso di Ford del nome violerebbe il marchio Super Cruise, di proprietà del costruttore di Detroit, così come lo stesso nome “Cruise” della consociata, nata nel 2013.

"Avevamo sperato - si legge nel testo divulgato da Gm - di risolvere la questione della violazione da parte di Ford in modo amichevole, ma non abbiamo avuto altra scelta che difendere vigorosamente i nostri diritti e proteggere il riconoscimento che i nostri prodotti e la tecnologia hanno guadagnato in diversi anni sul mercato. Ford sapeva cosa stava facendo e la decisione di ribattezzare il loro marchio in questo modo causerà inevitabilmente confusione”.

Nella causa presentata, GM sottolinea  che le case automobilistiche avevano tenuto "lunghe discussioni" sulla questione, senza riuscire, tuttavia, a risolvere la controversia e ha chiesto anche un risarcimento danni in una misura non quantificata.  

“Senza merito”

Ford – che ha annunciato che avrebbe usato il nome BlueCruise per la sua tecnologia di guida a mani libere nell'aprile di quest'anno - ha risposto definendo la denuncia presentata alla corte federale della California "senza merito e frivola".

"Gli automobilisti - si legge nella risposta di quelli di Dearborn - per decenni hanno capito cos'è il cruise control, ogni casa automobilistica lo offre, e 'cruise' è un'abbreviazione comune per questa capacità. Ecco perché BlueCruise è stato scelto come nome per la prossima evoluzione dell'Ovale Blu dell'Intelligent Adaptive Cruise Control di Ford".

In gara

Le case automobilistiche stanno gareggiando l'una con l'altra per implementare la tecnologia che potrà permettere ai conducenti di togliere le mani dal volante nei rallentamenti o in autostrada. I cosiddetti sistemi avanzati di assistenza alla guida, come la tecnologia semi-automatica Autopilot di Tesla, che tuttavia non permettono ai conducenti di disimpegnarsi completamente dalla guida.

Tag

Blue Cruise  · Cruise  · Ford  · General Motors  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il costruttore svilupperà con Lockheed Martin una nuova generazione di rover destinati al progetto Artemis della Nasa, applicando anche la tecnologia driverless

· di Redazione

Partnership strategica per sei anni: a partire dal 2023, i veicoli del marchio Usa utilizzeranno il sistema Android, con app e servizi integrati