Ultimo aggiornamento  25 settembre 2021 21:14

La Ford GT40 rinasce elettrica.

Paolo Odinzov ·

L’ultimo esemplare di GT40 prodotto dalla Ford nel 1969 è stato battuto all'asta in California lo scorso giugno per 2,5 milioni di dollari. Una cifra da record giustificata dal valore storico della vettura che ha scritto un capitolo importante per la Casa americana di Dearborn, intenzionata negli anni ’60 a battere sulle piste nelle gare di durata soprattutto i modelli della Ferrari.

Impresa portata a termine dalla GT40 nel 1966 con la conquista di tutti e 3 i gradini del podio alla 24 Ore di Le Mans, superando anche per la prima volta la media dei 200 chilometri orari durante l’intero svolgimento della competizione.

In pista ma senza inquinare

Non c’è allora da meravigliarsi se, facendo la gioia di collezionisti e appassionati, lo specialista britannico di conversione Everrati, assieme al produttore di telai statunitense Superformance, abbiano deciso di riportare in vita la GT40 realizzandone una versione elettrica, destinata magari a correre adesso nelle fiorenti sfide a zero emissioni sui circuiti.

Già in fase di sviluppo

Lo sviluppo della GT40 elettrica è iniziato da alcuni mesi presso la base di Everrati a Upper Heyford, nell'Oxfordshire. E ha già portato alla costruzione un prototipo sul quale sono in corso studi per stabilire la migliore posizione dove sistemare il motore a batterie senza alterare il carattere racing e la risposta nella guida del modello originale.

Distribuzione dei pesi invariata

"L'elettrificazione è il futuro e aggiunge un'altra opzione per chi ama le auto sportive classiche. Anche se amerò sempre un veicolo con motore V8, non ci sono dubbi sulle prestazioni dei propulsori a batteria avanzati. Sulla GT40 EV vogliamo mantenere la distribuzione dei pesi e lo stesso l’handling che hanno reso unica la versione a benzina”, ha detto Justin Lunny, fondatore e ceo di Everrati.

Fascino e sostenibilità

Pur non essendo state ancora dichiarate le caratteristiche tecniche della GT40 con la spina c’è dunque da aspettarsi che non deluderà i fan della vettura. Questo guardando anche alla perfetta riuscita di altre trasformazioni in elettrico di modelli del passato già proposte dalle due aziende, ad esempio le versioni a batteria della Porsche 911 (964), oppure la Land Rover Serie 2A e la Mercedes SL "Pagoda" W113, subito andate a ruba tra il pubblico che non vuole rinunciare al fascino di un’auto storica, sposando nella guida la massima sostenibilità.

Tag

Ford  · Ford Gt40  · Gt 40  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

L'ammiraglia francese è stata convertita all'alimentazione elettrica dall'azienda Electrogenic. 225 chilometri di autonomia in silenzio, stile e gran comfort

· di Paolo Odinzov

L'esemplare, datato 1969, è stato battuto all'asta in California per 2,5 milioni di dollari. Caratterizzato dalla livrea Gulf-Mirage impiega un V8 da 479 cavalli