Ultimo aggiornamento  20 settembre 2021 15:24

Rally di Roma Capitale 2021, tutto pronto.

Redazione ·

Alla Sala Giuseppe Spizzuoco dell'Automobile Club d'Italia è stato presentato ufficialmente il Rally di Roma Capitale 2021. L'evento giunto alla sua nona edizione si svolgerà dal 22 al 25 luglio e sarà il terzo appuntamento del FIA European Rally Championship e quinto del Campionato Italiano Rally Sparco.

Il programma

Il Rally capitolino proporrà interessanti novità rispetto al programma degli ultimi anni. Pur chiusa al pubblico per rispettare le normative sugli eventi di piazza attualmente ancora in vigore, la manifestazione partirà venerdì 23 alle 19 da Castel Sant'Angelo con la parata dei concorrenti per le vie di Roma. Le auto sfileranno davanti al Colosseo, ai Fori Imperiali, al Vittoriano per poi giungere in zona Circo Massimo dove alle 20 prenderà il via la prima prova speciale, novità assoluta 2021, con un tracciato completamente cittadino intorno alle Terme di Caracalla.

Sabato e domenica, invece, il Rally si sposterà a Fiuggi dove sarà allestito il Parco Assistenza e il Rally HQ: prove speciali che coinvolgeranno i comuni di Cave, Fumone, Arsoli, Arpino, Santopadre, Rocca Santo Stefano, Cervara di Roma, Collepardo, Ceprano, Capranica Prenestina, Bellegra, Rocca di Cave, Trevi nel Lazio e Guarcino per un percorso tra i più difficili e tecnici dell'intero calendario europeo. L'arrivo è previsto a Fiuggi, nel pomeriggio di domenica 25 luglio.

Grande sarà l'attenzione agli aspetti legati al "green" e all'ambiente: tra le iniziative, Motorsport Italia utilizzerà solo vetture di staff a propulsione ibrida o elettrica e predisporrà aree di raccolta rifiuti sia a Fiuggi che in tutte le prove speciali. Oltre a Eurosport e ACI Sport, promoter rispettivamente del FIA ERC e del Campionato Italiano Rally Sparco, garantiranno una copertura in diretta tra TV, web e social media, numerose emittenti nazionali, locali, testate e magazine.

"Una manifestazione nella quale abbiamo sempre creduto"

Angelo Sticchi Damiani, presidente Automobile Club d'Italia, ha dichiarato: "Possiamo preannunciare un grande successo. L'impegno di Max Rendina e del suo staff oramai è noto a tutti, mosso da grande passione e competenza. Non possiamo nascondere il vantaggio di essere a Roma, una città stupenda e unica al mondo e la prova di Caracalla la ciliegina sulla torta. Un lavoro importante anche a livello di autorizzazioni, che contribuirà ad accrescere il valore del Rally di Roma Capitale. L'Automobile Club d'Italia e l'Automobile Club Roma sono stati sempre fattivamente vicini a questo evento e stanno supportando anche quest'anno il rally, una manifestazione nella quale abbiamo sempre creduto. Abbiamo tutti voglia di normalità, l'evento vuole rappresentare una ripartenza, siamo tutti cambiati dopo quello che è successo e che sta succedendo e siamo qui, a sostenere l'azione degli organizzatori e tutto quello che è possibile per valorizzare questa nostra bellissima storia nel mondo dei rally".

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Tutto pronto per la doppia sfida per il Campionato Italiano Rally Sparco e il FIA European Rally Championship in programma nel weekend dal 23 al 25 luglio

· di Chiara Iacobini

L'appuntamento 2019 del Cir sulle strade del Lazio ha visto protagonisti i piloti italiani. Vittoria a Basso e Granai su Skoda. Sul podio Campedelli (Ford) e Crugnola (Skoda)