Ultimo aggiornamento  26 luglio 2021 03:26

Pininfarina Teorema, la concept è virtuale.

Paolo Odinzov ·

Pininfarina ha svelato Teorema: prima concept car della azienda di Cambiano, appartenente oggi al gruppo indiano Mahindra & Mahindra, realizzata facendo esclusivamente uso della realtà virtuale. Basata su una piattaforma modulare fornita dalla tedesca Benteler, ha una propulsione elettrica a zero emissioni ed è gestita nel funzionamento da un avanzato sistema di guida autonoma di livello 4 connesso in 5G.

Aerodinamica ottimizzata

Teorema è stata sviluppata in Italia e Cina, è lunga 5,4 metri, alta 1,4 metri ed ha una carrozzeria disegnata attraverso software Cfd (computational fluid dynamics simulation) in modo da ottimizzarne al massimo l’aerodinamica con soluzioni specifiche: come delle canalizzazioni per accelerare i flussi, il frontale appuntito e la coda tronca.

Si entra dal tetto

Prevede un abitacolo pentagonale a 5 posti nel quale si accede tramite un sistema che apre la zona posteriore e il tetto. Il guidatore è seduto in un apposito spazio nella parte anteriore centrale, mentre per i 4 passeggeri sono previsti sedili singoli progettati appositamente da Poltrona Frau.

Il pavimento è caratterizzato da guide luminose che indicano a ogni persona il proprio posto, riservando a chi cerca il massimo comfort la parte posteriore dell’auto dove i fianchi della scocca, privi di qualsiasi apertura, possono essere trasformati in comodi cuscini per riposare. Contando per farlo anche sul minimalismo del salotto di bordo dotato di comandi a scomparsa che si attivano al tatto.

Una suite in movimento

Pininfarina ha ideato la Teorema come una vettura capace di adattarsi ad ogni esigenza, compresa quella di trasformarsi in una sorta di suite a 5 stelle in movimento. La vettura offre 3 diverse modalità di funzionamento, Autonomy, Drive e Rest, ognuna delle quali con una illuminazione interna dedicata. Nella prima Teorema gestisce in tutto e per tutto le funzioni di marcia e il sedile del conducente ruota di 180 gradi per poter dialogare con i passeggeri.

Viaggiando in Drive può invece essere utilizzata come un’auto tradizionale, mentre selezionando quella Rest è possibile modulare in più modi la posizione dei sedili e usufruire a bordo della realtà aumentata che sfrutta una tecnologia della WayRay per proiettare sul parabrezza e sui vetri laterali informazioni e immagini relative al paesaggio circostante l’auto. Oltre a regolare la trasparenza e la colorazione dei cristalli posteriori utilizzando un sistema della Continental.

Tag

Automobili Pininfarina  · Concept  · Teorema  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Giovedì 25 marzo a Los Angeles apre la mostra "The Aesthetic of Motoring: 90 Years of Pininfarina", allestita nella Galleria della Fondazione Armand Hammer. Si chiuderà il 5...