Ultimo aggiornamento  07 febbraio 2023 02:55

Cingolani: "Elettrica accessibile a tutti”.

Redazione ·

"L'Italia ha circa 35 milioni di auto, di cui 13 milioni sono euro 0, euro 1 e euro 2. Un terzo di tutte le vetture inquina più di tutte le altre messe insieme. Serve l'auto elettrica accessibile a tutti".

Così il ministro per la Transizione Ecologica, Roberto Cingolani parlando alla “Green Week di Parma. Il ministro ha ribadito che il governo mette sul piatto della bilancia un investimento da 27 miliardi di euro che è “in realtà un piano di trasformazione energetica. Il progetto è questo: cominciamo a mettere una produzione di batterie in Italia, come in Francia e in Germania, per essere più competitivi e abbassare i costi. Nello stesso tempo sviluppiamo motori a basso costo, caso mai mild hybrid, così fra cinque, sei, sette anni, consentiamo a quelli che non possono oggi permettersi una macchina elettrica di comprarne una, che inquina 3mila volte meno rispetto a quella euro zero".

Lo stesso ministro ha ripreso concetti simili parlando al 50esimo convegno nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria 'Storia futura'. "Non è che la gente vuole tenere la macchina vecchia, è che non ha soldi per cambiarla. E parliamo di auto da 15mila euro". Per Cingolani, "non si può dire a un padre famiglia di sostituire l'auto obsoleta con una costosa elettrica. In questo senso serve creare la transizione  senza lasciare indietro nessuno, come ripete anche l’Europa”.

Energia solo pulita 

Il ministro ha anche sottolineato un altro aspetto. Se avessimo il 30-40% di auto elettriche "dovremmo affrontare seri problemi perché se le ricaricassimo con elettricità prodotta da fonti fossili e non “verde” avremmo annullato il vantaggio".

Serve quindi, per il ministro, una enorme manovra di trasformazione del Paese che da un lato aumenti la produzione di energia, diversificando le fonti, dall’altro porti a una crescita delle infrastrutture di ricarica. “Ne verranno realizzate oltre 20mila”, ha detto ancora Cingolani. Per questo, ha concluso, "la transizione alla macchina elettrica non si fa in un anno".

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

L’annuncio del ceo di Stellantis Tavares all’Electrification Day del gruppo. La storica fabbrica di motori in Molise riconvertita per le batterie. Plauso dei sindacati