Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2021 15:04

Volvo, rivoluzione elettrica in corso.

Edoardo Nastri ·

Volvo annuncia una rivoluzione che interesserà nei prossimi anni prodotti, batterie, tecnologie e business del marchio svedese in attesa di diventare solo elettrico a partire dal 2030. “La nostra ambizione è essere leader del segmento premium a zero emissioni e per farlo stiamo investendo nelle diverse componenti dell’auto del futuro: batterie, software, sensori, sicurezza e design”, dice Hakan Samuelsson, ceo di Volvo, durante un evento digitale organizzato per svelare parte della futura strategia del marchio svedese.

Si parte dalla sicurezza: “Abbiamo messo per primi sulle nostre auto le cinture di sicurezza e la nostra nuova generazione di modelli avrà sensori di ultima generazione che ci permetteranno di azzerare gli incidenti”. Il prossimo suv elettrico di Volvo sarà equipaggiato, di serie, con un LiDAR sviluppato da Luminar, e avrà un sistema di guida autonoma basato su Nvidia. “Se ci darà buoni risultati, porteremo questa tecnologia su tutti i nostri modelli", dice Samuelsson.

Un nuovo software sviluppato in casa

Gli ingegneri sono al lavoro anche su un nuovo sistema operativo. La prossima generazione di modelli elettrici utilizzerà il VolvoCars.OS, sviluppato da Volvo in collaborazione con diverse società tech tra cui Android, Linux, QNX e Autosar. L’OS sarà alla base della gestione dei sensori del veicolo e del sistema multimediale e gestirà lo scambio di dati tra la vettura e l’ambiente esterno, aggiornandosi da remoto.

Per quanto concerne l’infotainment, il costruttore svedese ha deciso di portare avanti la sua partnership con Google. VolvoCars.OS sarà il cervello dell'auto e gestirà tutti i sistemi operativi di bordo, dalla trazione elettrica alle batterie, dall’infotainment ai dati che verranno raccolti nel cloud. Il layout degli interni dei prossimi modelli vedrà uno schermo centrale in posizione verticale, un display per la strumentazione orizzontale e, in opzione, anche un head-up display.

Batterie ad alta densità

Il costruttore svedese approfondisce la partnership con il produttore di accumulatori Northvolt per lo sviluppo di nuove celle. L’obiettivo è l'aumento della densità energetica degli accumulatori fino al 50% rispetto a quelle presenti oggi sul mercato, entro il corso dell’attuale decennio.

Un passo avanti che potrà essere raggiunto grazie all’utilizzo di nuovi materiali per l'anodo e che permetterà alle Volvo di raggiungere la vetta dei 1.000 chilometri di autonomia. Secondo quanto dichiarato, la capacità produttiva di batterie di Northvolt sarà nel 2024 di 15 gigawattora e nel 2026 di oltre 50.

La Concept Recharge

“Per dare una forma tangibile a tutte queste novità abbiamo realizzato una concept car che segna l’evoluzione del nostro corso stilistico”, dice Robin Page, capo del design Volvo. Costruita su una piattaforma riservata esclusivamente alle auto elettriche, la concept Recharge declina i contenuti tipici delle auto a zero emissioni in chiave Volvo: passo lungo, sbalzi contenuti, grande spazio a bordo, stile minimalista e materiali sostenibili con colori e forme ispirati alla Svezia.

La vettura è un suv di grandi dimensioni, caratterizzato da superfici vetrate generose, una linea del tetto discendente e un posteriore a coda tronca. La griglia frontale ha lasciato il posto a un pannello in tinta con la carrozzeria, l’unica apertura che troviamo è la linea diagonale tipica Volvo. "E’ il manifesto del futuro completamente elettrico di Volvo”, dice Page.

Se l’infotainment, che si controlla da un pannello verticale da 15 pollici al centro della plancia, mostra l’evoluzione dei servizi sviluppati con Google, l’elemento più tech del prototipo è il sensore Lidar sviluppato da Luminer, ben in vista nel punto più alto del parabrezza. “Sicura, tecnologica, sostenibile: la Concept Recharge rappresenta tutto ciò che crediamo i clienti si aspettino da una Volvo elettrica”.

Tag

ADAS  · Auto elettriche  · elettrificazione  · Futuro  · Lidar  · Volvo Cars  · Volvo Concept Recharge  · 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

La Casa ha aggiornato i suoi powertrain ibridi. Arrivano nuove batterie, che aumentano la percorrenza a zero emissioni fino a 90 chilometri, e unità elettriche più potenti

· di Edoardo Nastri

Bmw Serie 4, Volvo XC90 e Audi A6. Vetture che hanno rivoluzionato lo stile e l'immagine dei rispettivi brand, proiettandoli verso il futuro

· di Angelo Berchicci

La Casa dirà addio ai motori endotermici entro il decennio. "Diventeremo leader del segmento premium a batteria". Presto una nuova famiglia di vetture a zero emissioni