Ultimo aggiornamento  18 ottobre 2021 03:03

Diess: l’autonoma è la vera rivoluzione.

Paolo Borgognone ·

La “vera” rivoluzione del settore automobilistico non verrà dall’elettrificazione ma dalla automazione dei veicoli. A dirlo in un’intervista in occasione del Qatar Economic Forum di Bloomberg, è il ceo di Volkswagen Herbert Diess che ha ribadito: "Questo cambiamento trasformerà l'industria più di quanto non facciano i veicoli elettrici. L'auto diventa così diversa quando guida autonomamente".

Una posizione sorprendente considerando il gigantesco sforzo che il gruppo tedesco sta facendo nella direzione della elettrificazione, con già molti nuovi prodotti a batteria in vendita e la prospettiva di costruire almeno mezza dozzina di impianti in Europa per la produzione di accumulatori.

Lavoro lungo

Lo sviluppo della guida autonoma sta prendendo più tempo di quanto molti si aspettassero, tuttavia tanto le case automobilistiche che le aziende tecnologiche stanno continuando ad investire miliardi nel tentativo di accelerare il processo. La prospettiva - secondo la società di consulenza AlixPartners - è che il costo dei sistemi altamente o completamente autonomi scenderà almeno del 60% entro il 2030 e permetterà così una più ampia diffusione a livello di mercato globale.

Con probabilmente 10 volte più linee di codice di quante non ce ne siano su uno smartphone, le auto sono già prodotti software avanzati e diventeranno "il dispositivo internet più sofisticato che si possa immaginare" quando saranno al 100% senza conducente, ha detto Diess.

Dagli Usa all'Euopa

Volkswagen sta lavorando per offrire la guida autonoma nei mercati chiave di tutto il mondo. Gli sforzi congiunti con Ford e l'affiliata Argo AI negli Stati Uniti stanno portando buoni progressi, ha confermato il ceo. In Cina, il più grande mercato del mondo, il gruppo ha stretto una partnership con aziende tecnologiche locali per essere tra i primi ad offrire lo sviluppo driverless, soprattutto sulle auto private.

La regolamentazione in Europa è migliorata di recente, ha continuato Diess. Proprio il mese scorso Volkswagen ha annunciato l’intenzione di offrire una versione altamente automatizzata dell'ID Buzz, una volta icona della controcultura hippie, che sta facendo rivivere come furgone elettrico. I test senza conducente e inizieranno in Germania entro quest'anno, per un arrivo su strada programmato per il 2025.

"L'era della nuova auto"

A livello di gruppo sono previsti investimenti fino a 2,5 miliardi di euro all'anno per lo sviluppo dei sistemi di software. Diess ha riconosciuto che c'è "ancora molto che manca" per trasformare la più grande casa automobilistica europea in una potenza in questo settore ma ha rivendicato che Volkswagen non “è fuori dalla competizione. Siamo in una posizione abbastanza buona per rimanere ai vertici anche in questo futuro che noi chiamiamo, l’era della nuova auto”. 

Tag

Auto autonoma  · Auto Elettrica  · Europa  · Gruppo Volkswagen  · Herbert Diess  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

La tecnologia driverless non è ancora sulle nostre strade, ma è già tra le star del piccolo schermo, protagonista delle serie Usa più seguite

· di Luca Gaietta

L'azienda tedesca sta pensando di offrire un servizio "pay-per-use" con le sue vetture elettriche ID, contando su nuovi software e servizi di connessione

· di Redazione

Nel 2015, quando era ancora un dirigente di Bmw, al manager tedesco oggi ceo del gruppo Volkswagen fu offerto il posto di numero uno di Tesla