Ultimo aggiornamento  29 luglio 2021 07:23

Pure ETCR, rivoluzione a batteria.

Angelo Berchicci ·

E’ partita dall’autodromo “Piero Taruffi” di Vallelunga (Campagnano di Roma) la stagione inaugurale del Pure ETCR, una serie completamente nuova che ha come protagoniste vetture da turismo 100% elettriche. Tre i team iscritti in questo primo anno (due ufficiali, Hyundai e Cupra, e una scuderia privata, l'italiana Romeo Ferraris), cinque appuntamenti in calendario tra Europa e Asia, un format inedito e grandi progetti per il futuro.

Le auto

Le vetture protagoniste della serie sono la Hyundai Veloster N, la Cupra Leon e-Racer e l’Alfa Romeo Giulia by Romeo Ferraris. Dal momento che inverter, pacco batteria e accumulatore sono uguali per tutti, a fare la differenza è la bontà del progetto originario, la distribuzione dei pesi, l’abilità nel set-up, l’aerodinamica, e ovviamente i piloti, 12 in totale in questa prima stagione (4 per ciascun team).

Ogni auto è dotata dello stesso powertrain, composto da 4 unità elettriche Magelec montate sull’asse posteriore (2 per ciascuna ruota), per una potenza massima di 500 kilowatt (680 cavalli). Ad alimentarlo troviamo un pacco batteria Williams Advanced Engineering a 800 volt, della capacità di 65 kilowattora. Anche gli pneumatici, intagliati e forniti da Good Year, sono uguali per tutti, mentre per la ricarica delle auto si utilizzano generatori alimentati a idrogeno, per assicurare la massima sostenibilità.

Il format

Si parte il sabato, dividendo i piloti in quattro gruppi da tre, che si sfidano in due batterie (Battle 1 e Battle 2) da 7 giri ciascuna, con le vetture tarate su una potenza massima prima di 300 kilowatt (408 cavalli), e poi di 450 kilowatt (612 cavalli). L’evento entra nel vivo la domenica con la Battle 3, in cui ogni pilota realizzerà un giro lanciato (alla massima potenza). I due che realizzeranno il tempo migliore di ciascun gruppo partiranno in pole position per le Finali A e B (Battle 4).

Ognuna delle quattro battaglie assegnerà dei punti e a vincere l’evento sarà il pilota che alla fine di tutto avrà ottenuto il punteggio più alto. Dopo la gara di Vallelunga (18-20 giugno)  il Pure ETCR farà tappa in Spagna (Aragòn, 9-11 luglio), Danimarca (Copenhagen, 6-8 agosto), Ungheria (Hungaroring, 20-22 agosto) e Sud Corea (Inje, 15-17 ottobre).

Le prospettive

Il promoter del Pure ETCR è il network Eurosport mentre l’organizzazione è affidata alla Wsc di Marcello Lotti, gruppo che ha creato le serie TCR, e che assieme alla FIA gestisce il WTCR, il campionato del mondo per le vetture turismo tradizionali. Anche il Pure ETCR dal prossimo anno entrerà nella galassia della Federazione, trasformandosi nel FIA eTouring Car World Cup.

“Per il Pure ETCR abbiamo preso ispirazione dalle vetture TCR, auto da corsa derivate da quelle di serie, con un occhio ai costi” ha dichiarato Marcello Lotti. “Anche le prospettive sono simili: con un unico prodotto i team potranno gareggiare in serie nazionali e regionali – che abbiamo intenzione di lanciare nei prossimi anni – oltre ovviamente al campionato mondiale. Un format conveniente”.  

Il motore dell'innovazione

“Per i costruttori è diventato difficile imparare qualcosa dalle auto da corsa" ha aggiunto Lotti. "In passato uno dei pilastri del motorsport era il travaso di know-how dalla pista alla strada, non solo nella Formula 1 ma anche nei campionati a ruote coperte. Oggi non è più così: le vetture stradali spesso sono superiori per tecnologia a quelle da competizione. Con il Pure ETCR vogliamo ritornare a quella che era una missione delle corse, ovvero alimentare l’innovazione tecnologica, e la rivoluzione elettrica ci dà questa possibilità” ha concluso Lotti.

“Siamo orgogliosi del fatto che l’avventura del Pure ETCR sia partita proprio da Vallelunga, un circuito che sposa pienamente la prospettiva di questa nuova serie, non solo per la sua tradizione nelle corse turismo, ma anche per l’attenzione all’elettrificazione” ha dichiarato Alfredo Scala, direttore dell’autodromo di Vallelunga. “Dal 2010 tutte le attività del nostro polo sono alimentate da un impianto fotovoltaico, che produce il 40% di energia in più di quella che utilizziamo. Offriamo corsi di guida sicura per veicoli elettrici e altri servizi, come un impianto di ricarica fisso grazie alla partnership con Enel X. Il Pure ETCR è nel posto giusto”.

Tag

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il centro d’eccellenza – che compie 70 anni nel 2021 – di proprietà dell’Automobile Club partecipa al contest internazionale, presentando il processo di trasformazione in un polo...