Ultimo aggiornamento  17 ottobre 2021 10:32

Mercato auto, continua la crisi.

Edoardo Nastri ·

Continua la crisi per il mercato dell’auto in Italia. A maggio nel nostro paese le immatricolazioni hanno raggiunto quota 143.970, in calo rispetto al 2019 del 27,5% secondo i dati Unrae. Numeri che segnano un rialzo del 44,3% se messi a confronto con il 2020, quando il mercato era viziato dalla pandemia di coronavirus e le immatricolazioni di auto nuove registrate a maggio si erano fermate a 99.711 unità.

Male anche i dati dei primi cinque mesi dell’anno: da gennaio a maggio le nuove targhe in Italia hanno raggiunto quota 741.795, il 18,9% in meno rispetto allo stesso periodo di due anni fa, quando erano 914.215.  

I canali di vendita

La suddivisione per canali di vendita riporta come di consueto la netta prevalenza dei privati con 84.529 unità a maggio (-19,6), seguiti da noleggio a lungo termine con 26.210 nuove auto (-21,7%), noleggio a breve termine (12.911, -49,9%) e società, in crollo del 18%.

I marchi

Tra i marchi, Fiat rimane al primo posto con 23.798 unità, in calo del 32% rispetto a maggio 2019. Seconda posizione per Volkswagen con 13.127 auto (-30,6%), seguita da Peugeot (-22%), Ford (-35,6%), Toyota (-4,3%) e Citroen (-23,6%).

Pochi i marchi in crescita rispetto al maggio di due anni fa. Tra questi ci sono Volvo (+26,33%), Land Rover (+4,7%), Ds (+8,8%) e Suzuki (+4%). Maglia nera a maggio per Smart a causa della sua trasformazione in marchio 100% elettrico: -71% rispetto al 2019, per un totale di 700 unità.

La Top 10 dei modelli

La Panda rimane l’auto più venduta in Italia anche a maggio con 9.871 unità. In seconda posizione troviamo la Fiat 500 con 5.444 auto, mentre il podio si completa con la Lancia Ypsilon (4.619 esemplari nuovi).

Al quarto posto troviamo la Fiat 500 X (4.326 unità), seguita da Ford Puma (3.522), Toyota Yaris (3.186), Jeep Compass (3.171), Citroen C3 (3.161), Volkswagen T-Roc (3.111) e Jeep Renegade (2.779).

Le alimentazioni

Si conferma la grande ascesa delle auto ibride. Se le benzina mostrano una perdita rispetto al 2019 del 48,4% per 44.664 unità immatricolate, e le diesel un rosso del 59,6% per 33.653 esemplari, le auto elettrificate crescono del 295% per mild hybrid e full hyubrid (40.343 unità) e del 1.499% nel caso delle plug-in (7.727 unità). Bene anche le elettriche pure: +340,5% a fronte di 5.163 nuove auto. 

Ti potrebbe interessare

· di Angelo Berchicci

Nell'ultimo mese le immatricolazioni sono state 459.959 in più rispetto al 2020 (ma 360.378 in meno del 2019). Da inizio anno il rimbalzo è del 31,1%

· di Angelo Berchicci

Le nuove immatricolazioni in Italia sono state 145.033, 29.900 in meno rispetto al 2019. In calo sia i privati che il settore business. Crescono elettriche ed ibride